Al via Energeticamente, progetto formativo di Estra e Legambiente

Muroni: «Senza le norme Ue che hanno accompagnato la diffusione di elettrodomestici efficienti negli ultimi 15 anni come l'etichetta energetica, la bolletta della famiglia media italiana sarebbe esattamente il doppio di quella odierna»

[15 novembre 2017]

È stata presentata oggi a Firenze la nuova edizione di Energicamente, il progetto con cui la multiutility Estra – tra i primi 10 gruppi energetici nel Paese, con il 100% di energia elettrica prodotta da rinnovabili – e Legambiente si propongono di avvicinare i ragazzi alle diverse dimensioni del cosiddetto “smart living” attraverso un percorso ludico didattico da fare in classe: all’iniziativa hanno già aderito oltre 70 scuole toscane e circa 350 a livello nazionale, per un totale di quasi 12.000 alunni.

«Pochi sanno che, senza le norme europee che hanno accompagnato la diffusione di elettrodomestici efficienti negli ultimi 15 anni come l’etichetta energetica, la bolletta della famiglia media italiana – spiega Rossella Muroni, Presidente nazionale di Legambiente – sarebbe esattamente il doppio di quella odierna. Già scegliendo apparecchi di classe A e superiori, ogni famiglia potrebbe risparmiare quasi 400 euro l’anno. Questo ci ricorda la verità più ovvia: che il futuro è nelle mani dei singoli tanto quanto in quelle dei governi, e che ciascuno di noi può e deve fare la differenza nella lotta ai cambiamenti climatici».

L’impiego di elettrodomestici di nuova generazione e il loro corretto utilizzo, da solo consentirebbe di evitare in Europa il quantitativo di energia prodotto da 200 centrali elettriche di medie dimensioni in un anno, con un risparmio stimato al 2020 di 79 miliardi di euro l’anno.

«Con Energicamente – ha sottolineato Francesco Macrì, presidente di Estra – vogliamo gettare delle basi concrete per un futuro più sostenibile, partendo dalla scuola e dall’entusiasmo dei ragazzi. Crediamo che l’innovazione digitale, messa a servizio dell’efficienza energetica, sia la chiave di volta per promuovere stili di vita sempre più intelligenti e responsabili. Insieme a Legambiente abbiamo quindi studiato questo progetto educativo e lo proponiamo in Toscana e su scala nazionale per contribuire a creare una nuova cultura dell’energia e dello smart living».

Obiettivo per il quale al percorso didattico per gli alunni si affianca anche una specifica formazione rivolta agli insegnanti.

«Informazione e ambiente – conclude l’assessore all’Ambiente Federica Fratoni, presentando l’iniziativa – rappresentano oggi un binomio sempre più stretto, per l’effetto che la prima esercita nei processi sociali e nella costruzione dei saperi, e per la peculiarità stessa che caratterizza le tematiche ambientali ormai interdisciplinari. Una piattaforma come quella che propone Energicamente è ideale per diffondere informazioni e nello stesso tempo promuovere la conoscenza e la cultura della sostenibilità ambientale. Viviamo in un periodo storico in cui il fattore ambientale è diventato, e sarà, sempre più centrale, basti pensare alle grandi questioni legate ai cambiamenti climatici e al risparmio energetico; in questo contesto educare e sensibilizzare i cittadini alla tutela ambientale, a partire proprio dalla scuola, significa creare maggiore responsabilità e contribuire al buon governo del territorio».