Solidarietà all'Agenzia dopo l'aggressione di ieri, legata alla vicenda Cisam

Attacco all’Arpat per le acque radioattive, Rossi durissimo: «E’ terrorismo ambientale»

Bramerini: «Gli aggressori vengano individuati e chiamati a rispondere delle loro azioni»

[27 novembre 2013]

È arrivata unanime la solidarietà delle istituzioni verso l’Arpat, incolpevole protagonista ieri di un’irruzione nella sua sede pisana da parte di facinorosi incappucciati che hanno inveito contro il personale presente e lasciato scritte sui muri della sede contro l’Agenzia e il Cisam, un centro della Marina Militare.

«Condanno nettamente quello che non esito a definire un gesto aberrante – è andato già durissimo il presidente della Regione Enrico Rossi – compiuto da professionisti della paura. Esprimo per questo la mia personale solidarietà e quella di tutta la giunta regionale ai lavoratori dell’Arpat e del Cisam di San Piero a Grado. L’irruzione rappresenta un vero e proprio atto di terrorismo ambientale, un atto intimidatorio compiuto verso lavoratori e tecnici di provata competenza e correttezza che compiono il loro dovere quotidinamente», ha continuato Rossi, che chiede allo stesso tempo alle forze dell’ordine e alla magistratura di «individuare quanto prima i responsabili», augurandosi che «siano puniti secondo quanto previsto dalle leggi».

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore regionale all’Ambiente, Anna Rita Bramerini, che sulla vicenda si sofferma definendola «un gesto grave, per di più rivolto contro lavoratori il cui compito è quello di operare per la tutela dell’ambiente e la salute dei cittadini. A loro va la mia piena solidarietà  e l’invito a continuare serenamente e con la consueta competenza un lavoro tanto prezioso per la comunità. Occorre respingere tentativi come questo, espressione solo di intolleranza. La Toscana è una terra troppo gelosa della sua storia di dialogo e di passione per la democrazia, mi auguro che i responsabili dell’aggressione vengano individuati e chiamati a rispondere dei loro comportamenti».