Bioedilizia, sono quasi 300 i progetti certificati LEED in Italia

Rapporto di USGBC per dare un'istantanea globale del movimento di bioedilizia

[14 ottobre 2015]

LEED

«L’Italia è ora sede di 297 progetti per un totale di oltre 4,5 milioni di metri quadrati lordi di spazio registrati», a dirlo è il nuovo rapporto “LEED in Motion: Italia” (LEED sta per Leadership in Energy and Environmental Design),  presentato dall’U.S. Green Building Council (USGBC) alla Greenbuild Europe & the Mediterranean Conference and Expo, iniziata oggi a Verona e che terminerà il 16 ottobre. Giunto al suo quattordicesimo anno, Greenbuild è diventato la più grande conferenza e fiera dedicata alla bioedilizia del mondo. Per tre giorni riunisce professionisti dell’edilizia provenienti da tutto il mondo in sessioni educative, tour sulla bioedilizia, seminari speciali ed eventi di networking.

“LEED in Motion: Italia” è l’ultimo di una serie di rapporti di USGBC per dare un’istantanea globale del movimento di bioedilizia sui mercati internazionali e gli estensori dicono che « Il rapporto fornisce i sostenitori di bioedilizia dell’intuizione e la prospettiva per comprendere l’uso del sistema di rating LEED riconosciuto a livello mondiale e di creare un caso importante per l’edilizia sostenibile».

Rick Fedrizzi, CEO e presidente fondatore di USGBC, sottolinea che «Essendo riusciti ad unire la comunità della bioedilizia in Europa, crediamo sia il momento ideale per celebrare la crescita di LEED in Italia. In Italia i musei, gli edifici universitari, le ville antiche di 400 anni e le scuole dimostrano che gli edifici sostenibili possono essere maestose e antiche e parte del paesaggio caratteristico delle comunità storiche. Allo stesso tempo, i nuovi grattacieli di design in Italia sono testamenti alle innovazioni di sostenibilità e scoperte rivoluzionarie inaugurate attraverso LEED».

Il rapporto evidenzia la certificazione LEED  in edifici come la sede centrale di Ca ‘Foscari che si affaccia sul Canal Grande a Venezia, il più antico edificio certificato LEED nel mondo, nella futura sede LEED Gold Lavazza Caffè a Torino e la sede Prysmian LEED Platinum a Milano. Sono inclusi nel Rapporto anche Italcementi i.Lab a Bergamo, un laboratorio di ricerca e innovazione per il produttore di calcestruzzo, e Saint-Gobain Habitat Lab di Milano, uno spazio polifunzionale che si propone di diffondere il concetto di edilizia sostenibile e di promuovere le buone pratiche di progettazione e costruzione, che attualmente detiene il punteggio platino più alto d’Italia.

Secondo Fedrizzi, «Mentre la bioedilizia continua a diventare popolare in Europa, l’Italia pone la barra più in alto, dimostrando che, con un po’ di ingegno e innovazione, i punti di riferimento culturali del passato e del futuro in tutta Europa possono aiutare i nostri figli a imparare ad essere i migliori custodi del nostro pianeta»,

Per la prima volta quest’anno, US Green Building Council e Informa Exhibitions, hanno collaborato con il Green Building Council Italia e Veronafiere per portare l’evento inaugurale di Greenbuild EuroMed a Verona e la vice presidente di GBC Italia, Nadia Boschi, sottolinea: «GBC Italia è lieta di presentare questo nuovo rapporto a Greenbuild EuroMed, che ha attirato il sostegno dei green building council in Europa, aiutando la bioedilizia a crescere in tutta la regione per aumentare la sua visibilità e accessibilità in una più ampia comunità imprenditoriale europea. LEED e il movimento della bioedilizia stanno guidando la crescita economica e stanno rimodellando il mercato immobiliare in tutto il Paese. Il mercato italiano è stato molto ricettivo a LEED, infatti, stiamo assistendo ad un’epoca di forte domanda di edifici sostenibili in diversi settori dell’economia».