Blitz di Greenpeace contro il rischio nucleare alla centrale di Cattenom (FOTOGALLERY)

Fuochi di artificio sulla piscina di stoccaggio del combustibile nucleare esaurito

[12 ottobre 2017]

Dopo l’’invio  alle autorità del dossier riservato sul rischio sicurezza delle centrali nucleari francesi e belghe, stamattina i militanti di Greenpeace France sono passati all’azione introducendosi all’interno del perimetro della centrale nucleare di Cattenom, in Moselle. dove hanno lanciato un fuoco d’artificio vicino alla piscina di stoccaggio del combustibile nucleare esaurito. «Obiettivo: denunciare la fragilità e l’accessibilità di questi edifici che sono pesantemente caricati di radioattività», spiegano a Greenpeace.

I militanti di Greenpeace hanno dimostrato così quanto sia facile penetrare in un impianto teoricamente superprotetto e compiere un atto di sabotaggio o un attentato che avrebbe conseguenze catastrofiche, confermando che produrre energia col nucleare è il modo più costoso e pericoloso di farlo, anche dal punto di vista della sicurezza pubblica.

Un attivista racconta: «Torniamo sui siti delle centrali nucleari per denunciare i rischi che aleggiano siu questi impianti, Con quest’azione, i nostri militanti dimostrano l’inquietante vulnerabilità delle piscine di stoccaggio del combustibile nucleare esaurito, tallone d’Achille delle centrali nucleari, di fronte a degli atti ostili. Non aspettiamo che succeda il peggio. Edf deve agire immediatamente per bunkerizzare le sue  delle piscine di stoccaggio del combustibile nucleare esaurito. Ne va della sicurezza di milioni di cittadini in Francia e in Europa. Aiutateci a far cambiare le cose: chiedete a Edf di uscire dal nucleare»