Blitz spettacolare a Parigi: Greenpeace si autoinvita all’assemblea generale Total (FOTOGALLERY)

Gli ambientalisti denunciano l’ipocrisia della multinazionale: mette in pericolo la barriera corallina dell’Amazzonia

[1 giugno 2018]

Oggi, 250 militanti di  Greenpeace France, accompagnati da una batucada, si sono auto-invitati all’assemblea generale Total al Palais des Congrès di Parigi per ricordare alla multinazionale petrolifera francese le sue incoerenze: «Major dell’energia responsabile il giorno, minaccia per l’ecosistema marino la notte». Lo slogan era  «protégez le Récif de l’Amazone» #TotalScandale

Nel mirino del clamoroso e spettacolare blitz di Greenpeace France c’è il progetto di esplorazione petrolifera di Total al largo del delta del Rio delle Amazzoni, a rischio di distruggere il bioma della barriera corallina di profondità scoperta da poco e di provocare una marea nera sulle coste del Brasile e della Guyana Francese. Lo studio di impatto ambientale presentato da Total è stato bocciato per la quarta volta di fila dall’ Instituto Brasileiro do Meio Ambiente e dos Recursos Naturais Renováveis (Ibama) ma non sembra voler rinunciare.

Greenpeace dice che «Total fa finta di ignorare i 2 milioni di cittadini e cittadine impegnati a difendere la barriera corallin, fgli allarmi degli scienziati e le preoccupazioni delle comunità locali», così oggi i militanti di Greenpeace hanno invaso la sua adssemblea generale per chiedere conto pubblicamente ai vertici e agli azionisti nazionali di quel che intendono fare al largo dell’Amazzonia mentre a Parigi preconizzano il passaggio all’energia pulita.