Bollo, assicurazione, incentivi e parcheggi: tutti i vantaggi dell’auto elettrica

[12 febbraio 2014]

In un periodo di crisi economica il risparmio passa spesso attraverso il taglio delle spese accessorie e poco volentieri attraverso il ridimensionamento di altre spese ricorrenti, tra cui sicuramente per le auto troviamo le integrazioni come assistenza stradale, cristalli, vandalismo, furto e incendio, rispetto alle polizze base RC.

La sensibilità degli automobilisti nei confronti dei veicoli a zero emissioni cresce di giorno in giorno, noi di eV-Now! lo viviamo direttamente tramite il contatto con una platea variegata di persone, professionisti e aziende che dapprima incuriositi cercano un’accompagnamento verso i vantaggi della mobilità elettrica.

Vantaggi che sono evidenti nei numeri che possono produrre, in tema di risparmio, in un periodo medio di ammortamento.  L’argomento è nuovo e complesso, per questo spesso i pianificatori aziendali e gli stessi privati non trovano le risposte giuste o esaurienti presso concessionari e rivenditori di fiducia, legati giocoforza ad un vecchio e più semplice concetto di auto e della sua canonica gestione.

Ma è la varietà di voci che necessariamente deve essere valutata matematicamente e in modo sistematico a fare la differenza nella scelta del veicolo elettrico. Vediamone i principali aspetti:

– bollo azzerato per un periodo di tempo diverso da regione a regione in Italia
– assicurazioni calmierate basate sui kW motore e non sui cavalli
– manutenzione drasticamente ridotta
– valore residuo dell’usato
– accesso in aree interdette al traffico
– accesso consentito alle corsie preferenziali
–  parcheggio gratuito su strisce blu e strisce residenti
– possibili incentivi (per ora sospesi)
– incentivi locali (in particolare nelle regioni autonome)
– ritorno positivo sull’immagine personale ed aziendale
– minore stress di guida

In particolare questa ultima voce non va  sottovalutata, infatti il miglioramento della qualità di vita di chi guida veicoli elettrici silenziosi, senza cambio né frizione, con un avanzamento fluido ed un uso minore dei freni, senza vibrazioni e strappi è un fattore del quale tenere assolutamente conto.

I diversi sondaggi in questi anni servono ad effettuare la fotografia di una nuova mentalità alla guida di auto e mezzi, capace di avere una nuova coscienza ecologica ed economica.

In particolare la mobilità elettrica offre potenzialità imbattibili a fronte di un investimento sul veicolo che è più elevato solo nella fase iniziale, dimostrando poi la propria convenienza su carta e con precise proiezioni nel tempo.
Oggi scegliere un’elettrica per spostamenti quotidiani entro i cento chilometri totali, significa poter far affidamento alla sola ricarica notturna effettuata in garage o presso le colonnine, nel cortile del capannone come nel parcheggio del centro commerciale attrezzato con carica rapida o lenta.

Gli attuari assicurativi stanno già tenendo conto del nuovo tipo di veicoli, ma anche e sopratutto di nuova categoria di guidatori più attenta, affidabile e rispettosa, il che spesso si traduce in meno incidenti, meno propensione alla frode assicurativa e più attenti alla guida: tutte voci comuni a chi sceglie l’elettrico ed in grado di ottenere polizze più convenienti rispetto alle normali, ma vecchie, auto a scoppio.

di Daniele Invernizzi, presidente di eV-Now! per la mobilità elettrica per greenreport.it