Car Sharing di seconda generazione: a Firenze arrivano le Equomobili di SHARE ‘NGO

A novembre Test Drive per tutti i fiorentini a 1 euro grazie alla collaborazione col Progetto ELE.C.TRA.

[14 ottobre 2015]

Car Sharing 0

E’ partito oggi a Firenze il primo servizio di Car Sharing elettrico a flusso libero e a ‘’prezzo profilato’’ al mondo.  Tutto nasce da un progetto tutto italiano con ben 8 anni di sviluppo alle spalle e da CS GROUP, una società di Livorno presieduta da Alfredo Bacci e amministrata da Emiliano Niccolai, nata per gestire in Europa con il marchio SHARE ‘NGO le operazioni di car sharing, noleggio a lungo, medio e breve termine basate sui veicoli elettrici prodotti dalla Xindayang Corporation, che fa parte del gruppo Geely Motorco, proprietaria anche di Volvo.  In CS GROUP sono state assorbite le competenze meccaniche, elettroniche ed energetiche che hanno contribuito allo sviluppo del progetto ZD (Il seme intelligente) e alla nascita delle Equomobili.

Il nuovo sistema  di mobilità elettrica urbana condivisa, promosso da un bando del Comune di Firenze nel quadro del progetto europeo ELE.C.TRA  (Electric City Transport), «nasce con l’obiettivo di potenziare e incentivare i servizi di mobilità  sostenibile, riducendo gli impatti negativi del traffico sulla città (congestione inquinamento, occupazione dello spazio urbano) e incentivando un uso più limitato di autoveicoli privati, in linea con quanto si sta facendo in tutte le principali capitali europee».

La registrazione al servizio SHARE ‘NGO è accessibile da oggi, attraverso una profilazione-registrazione sul sito www.equomobili.it, o www.sharengo.it dove gli elettromobilisti   saranno accompagnati nel calcolo di una tariffa pensata per lui e valida per un anno.  Il costo dell’iscrizione e dei primi 100 minuti di utilizzo sarà di soli 10 € e i minuti accreditati saranno utilizzabili entro il 31 dicembre 2015.  Le Equomibili di SHARE’NGO in circolazione a Firenze saranno 100 dal 15 ottobre e 200 entro fine anno.

La crescita degli utenti del nuovo servizio di car sharing elettrico sarà favorita anche da una iniziativa senza precedenti che sarà lanciata a Novembre: l’offerta di ELE.C.TRA e Share’ngo a tutti i fiorentini di un test drive a 1 €, con possibilità di confermare la propria registrazione a Share’ngo –  pagando i 9 € di differenza –  solo dopo questo inedito ‘’battesimo elettrico’’.  L’iniziativa sarà promossa da ELE.C.TRA nel quadro delle attività conclusive del progetto di educazione alla mobilità sostenibile.

A CS GROUP spiegano che le tariffe del car sharing elettrico fiorentino «sono personalizzate, dipendono dal bisogno individuale di mobilità, premiano il merito e le scelte di condivisione con sconti fino al 50% delle tariffe nominali. Grazie al loro impatto zero, a Firenze le Equomobili di SHARE’NGO circoleranno anche nelle zone pedonali B precluse al normale traffico veicolare.  I servizi di car sharing tradizionale non fanno differenze: puoi essere un supermanager o un giovane precario, una signora alla moda o un pensionato che consente ai figli di lavorare portando i nipoti a scuola… e paghi le stesse tariffe. Non sarà così con SHARE ‘NGO che ha scelto di NON avere un prezzo uguale per tutti, ma un prezzo individuale che si crea con un percorso di profilazione del bisogno e premio al merito che precede la registrazione al servizio, generando uno sconto e un sistema tariffario personale».

Il nuovo car sharing elettrico a flusso libero (freefloating – cioè a parcheggio e prelevamento libero dell’autoveicolo) ha tra i suoi punti di forza un’automobile elettrica di qualità, con elevate prestazioni, comfort e facilità di guida che i fiorentini troveranno in strada sempre pronta all’uso, senza doversi preoccupare della ricarica, che sarà gestita direttamente dalla logistica di Share ‘NGO.

La filosofia di SHARE ‘NGO è quella del social sharing: le mamme, i pendolari, gli studenti fuori sede, quelli che vivono nelle periferie delle città sono tra i cittadini più premiati, con sconti e servizi dedicati appositamente alle loro necessità. Le donne, ad esempio, potranno usare gratuitamente un’Equomobile dall’una di notte alle sei del mattino, libere di tornare a casa con maggiore sicurezza.

Ma le tariffe personali di SHARE ‘NGO non sono determinate solo dal bisogno di mobilità ma anche da ‘’premi di merito’’ riconosciuti, ad esempio, a chi fa un lavoro di pubblica utilità, ai nonni che fanno welfare occupandosi dei loro nipoti, a chi appartiene ad un gruppo d’acquisto, a chi usa altri servizi in sharing…

Premi speciali saranno riservati alla community degli Equomobili – già attivissima su Facebook –   in particolare per chi avrà comportamenti ‘’virtuosi’’ come la demolizione o la vendita della propria auto, il car pooling, la scelta di lavorare in co-working o il lavaggio e la pulizia dell’auto (che nel 2016 varrà ½ giornata free nel week end).

Le Equomobili  di SHARE ‘NGO, nate da un’idea di  Bacci, ingegnere per oltre 30 anni in Fiat, ed Ettore Chimenti,  ex responsabile Marketing di Piaggio,  hanno infatti  tutto quello che serve per una piacevole mobilità urbana e metropolitana:  «80 Kmh di velocità massima, 2 posti, 300 litri di bagagliaio, servofreno, servosterzo, sensore posteriore di parcheggio, condizionatore, sedili regolabili, l’invidiabile ripresa ai semafori tipica delle macchine elettriche e un sistema di navigazione  basato su un computer di bordo che compare per la prima volta su un’auto di questa classe».

Niccolai,  presentando oggi a Palazzo Vecchio SHARE ‘NGO alla stampa, ha sottolineato: «La nostra non è solo nuova offerta di car sharing ma  il primo mattone per rivoluzionare il sistema europeo di mobilità  e di navigazione urbana  creando un’offerta sia in sharing che a noleggio o in proprietà  finalmente sostenibile e a impatto zero,  low cost e accessibile a tutti,  che rende superfluo, inefficiente, più costoso e anche  meno divertente – per larghe fasce della popolazione urbana – il possesso e l’uso di un’auto personale. Per arrivarci servono molte “invenzioni”,  non solo sul prezzo dei servizi di car sharing, ma sul contenuto di servizio di una macchina condivisa come quelle che i cittadini di Firenze scopriranno nei prossimi mesi usando un’Equomobile di SHARE‘NGO: un sistema di «navigazione urbana» che  connetta davvero e in piena sicurezza chi la guida alla città e agli altri, con forti incentivazioni agli utenti a comportarsi come una grande community che conserva e tratta con amore un bene divenuto comune».

Il servizio SHARE ‘NGO è stato avviato il 22 giugno a Milano e presto sarà disponibile anche in altre città italiane, come Modena, Pisa e Roma e dal 2016 in altre capitali europee.