Cercate lavoro? C’è posto nell’oil & gas, energetica ed impiantistica

[17 giugno 2014]

Secondo quanto assicura la nuova edizione della Hays Salary Guide, l’indagine sul mercato del lavoro dal gruppo Hays, i professionisti più richiesti dalle aziende in ambito Engineering sono quelli operanti in ambito oil & gas ed impiantistico.

Il rapporto, che si basa sui dati raccolti in più di 260 aziende e intervistando 1.600 professionisti, sottolinea che «Nonostante l’economia globale sia ancora caratterizzata da incertezza e precarietà, il settore Engineeringsembra tenere, registrando un +10% nel volume di ricerche di nuovi professionisti.  A differenza di altri settori, quello dell’Engineeringha risentito meno gli effetti negativi della contingenza economica internazionale, continuando a registrare tassi di crescita e ottime performance economiche, anche grazie a cicli produttivi più lunghi, soprattutto nel comparto impiantistico. E se Oil & Gas e settore Impiantistico registrano le migliori performance». Va male invece per i professionisti impiegati nell’automotive, nel settore chimico e in quello meccanico.

Sempre in ambito ingegneristico, l’ Hays Salary Guide dice che i responsabili risorse umane «Stanno selezionando per lo più professionisti dotati di forte know-how tecnologico, in grado di sfruttare le ultime innovazioni disponibili per ampliare il vantaggio acquisito sui concorrenti. Sono, inoltre, molto apprezzate le figure disponibili a intraprendere progetti (anche a lungo termine) all’estero. Infine è condicio sine qua la conoscenza di almeno tre lingue, oltre al canonico inglese, e un brillante percorso accademico, meglio se in ingegneria».

In queste professioni non ci sono state riduzioni nelle politiche retributive. «Anzi . dicono al gruppo Hays – per reclutare i profili migliori, le aziende sono disposte a offriregenerosi pacchetti retributivi che comprendono anche una parte variabile, così da motivare da un lato il professionista nel raggiungere importanti risultati aziendali e, dall’altro, per mantenere sotto controllo i costi aziendali».

Tra i professionisti più pagati (Con retribuzioni che riflettono un salario mensile fisso lordo moltiplicato per 13), ai primi posti si piazzano il direttore acquisti nel settore automotive con uno stipendio annuo di 85.000 euro,  il direttore tecnico nel mercato  Oil & Gas con 80.000 €e il project manager in ambito impiantistico,con 70.000 €.

Il rapporto spiega però che a livello di macro-aree emergono differenze sostanziali nei livelli salariali: «Al Nord, a causa di una maggiore concorrenza e una presenza più capillare, le aziende elargirono retribuzioni più alte rispetto al Centro e al Sud».

La conclusione è che «Per i prossimi mesi del 2014, si assisterà ad un continuo aumento nella selezione di professionisti soprattutto nell’ambito Oil & Gas, Impiantistico e Gas & Power dove non si escludono anche incrementi retributivi».