Pochi giorni fa l'inaugurazione per il nuovo corso dell'impianto

Cos’è Sesta Lab e come funziona: i dettagli

Un’area sperimentale all’avanguardia mondiale tra i boschi di Radicondoli

[24 aprile 2015]

L’Area Sperimentale di Sesta è stata realizzata da ENEL nei primi anni ’90, e sorge a fianco dell’omonima centrale geotermoelettrica, nel Comune di Radicondoli, in Provincia di Siena.

Per le sue caratteristiche prestazionali è stato da sempre uno dei laboratori più avanzati al mondo. Inizialmente utilizzato come parte integrante nel settore R&D di ENEL, con il tempo ha suscitato l’interesse dei maggiori produttori di Turbine a Gas, i quali hanno utilizzato l’impianto per testare e sviluppare nuovi sistemi, nonché per studiare o ottimizzare quelli di più vecchia generazione.  Recentemente CoSviG (“Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche”, società consortile costituita da Enti Locali delle Aree Geotermiche toscane), nell’ambito di un protocollo d’intesa promosso dalla Regione Toscana, ha acquisito SestaLab per conservarne capacità ed esperienza, con un investimento di 10 milioni di Euro.

Sesta Lab è un’Area Sperimentale  nella quale vengono effettuati test per combustori di turbine a gas. Fin dall’inizio l’obiettivo è stato quello di replicare le reali condizioni di funzionamento (pressione, portata, temperatura) in scala reale. Sono presenti due celle di prova ciascuna delle quali garantisce 40 settimane all’anno di attività sperimentale. E’ possibile testare i combustori utilizzando diversi tipi di miscele di combustibili e inerti, alcuni esempi di fluidi che le compongono sono: gas naturale, gasolio, biodiesel,  idrogeno, azoto, anidride carbonica, monossido di carbonio, vapore, acqua ed altri specificatamente richiesti dal cliente. Il Laboratorio dispone infatti di un sistema (denominato “syngas”) di miscelamento in grado di soddisfare le proporzioni richieste dal committente, che generalmente sono quelle presenti nel luogo finale d’installazione della turbina a gas.

I test che possono essere effettuati nelle celle di prova riguardano:

Caratterizzazione di prestazioni di combustori sottoposti ad alte pressioni.

Valutazione emissioni, temperature, vibrazioni.

Flessibilità di miscelamento di inerti e combustibili.

Combustione catalitica.

Diagnosi della Fiamma.

Analisi ottica (Test sia a freddo che a caldo).

Iniezione Vapore/Acqua.

Generalmente gli obiettivi del committente prevedono l’incremento di efficienza, affidabilità della macchina, flessibilità nell’utilizzo di combustibili, riduzione di emissioni, utilizzo ridotto di combustibili, necessità di diradare le manutenzioni, riduzione dei costi, flessibilità di funzionamento a carichi variabili, ridotti tempi per le rampe accensione/spegnimento. In particolar modo queste ultime due caratteristiche permettono alle moderne turbine a gas di essere complementari alle energie rinnovabili che stanno sempre più prendendo campo.

Attualmente è in corso un’ importante fase di riorganizzazione che prevede lo sviluppo del team, l’ottimizzazione della struttura organizzativa, investimenti per 7.5 Milioni di Euro (grazie al finanziamento concesso dalla Regione Toscana). Un nuovo sistema di riscaldamento dell’aria (appena realizzato), una nuova linea di compressione ed un sistema di riscaldamento del gas naturale sono le più significative innovazioni tecniche. Il Team è il risultato di un’avvincente miscela fra l’esperienza della squadra storica e l’innesto di giovani motivati. Sono previste, (in parte già realizzate),  nuove assunzioni.

Il Sesta Lab è certificato secondo gli standard previsti dalla normativa tecnica UNI EN ISO 9001. Sono avviate anche le procedure per l’ottenimento della certificazione dei sistemi di gestione secondo le norme BS OHSAS 18001 e le certificazione ambientale UNI EN ISO 14001, entrambe previste entro il 2017. Nel frattempo è comunque osservato un modus operandi coerente con esse.