Enel, in crescita la produzione di energia geotermica in Italia

Nei primi nove mesi del 2016 è aumentata del 2,1% rispetto allo stesso periodo dell’annualità precedente

[28 ottobre 2016]

enel-energia-geotermica

Pubblicando i dati operativi del gruppo riferiti ai primi 9 mesi del 2016, Enel evidenzia come in questo periodo gli impianti geotermici gestiti dall’azienda all’interno dei confini nazionali abbiano prodotto 4.409 GWh: si tratta del 2,1% in più rispetto ai risultati conseguiti nello stesso periodo del 2015, quando la produzione si fermò a 4.318 GWh.

A rendere ancora più positiva la performance geotermica contribuiscono altri dati: in un contesto in cui sia la produzione netta totale che la domanda di energia elettrica hanno registrato incrementi negativi (rispettivamente del -2,7% e del -3,1%) il +2,1% geotermico assume un significato molto più che simbolico. Trend positivo tra le rinnovabili Enel anche per eolico e biomasse.

In concomitanza con questi risultati, Enel ha reso noto l’inserimento del gruppo aziendale nella A-list del Carbon Disclosure Project (CDP), definito come l’indice più utilizzato dalla finanza sostenibile per orientare gli investitori verso le aziende con maggiore consapevolezza sui temi del cambiamento climatico. «Il cambiamento climatico -afferma l’AD del gruppo Enel, Francesco Starace- è forse la sfida più importante che oggi il mondo sta affrontando: l’ammissione all’A-list del CDP è un ulteriore riconoscimento del contributo positivo di Enel per la risoluzione di questa sfida cruciale. Si tratta di una riprova per il mondo del business che la strategia di sostenibilità di un’azienda è strettamente correlata alle sue ambizioni industriali».