Energie rinnovabili, al via il progetto Eureka per la sostenibilità

[10 marzo 2014]

Lo sfruttamento delle energie rinnovabili, sia in ambito industriale che in ambito domestico, sta assumendo sempre più importanza in Italia. Tuttavia spesso non c’è la sufficiente informazione per i consumatori e i cittadini che si chiedono soprattutto quanto valga la pena da un punto di vista economico investire sulle rinnovabili. Le famiglie, infatti, per risparmiare confrontano i prodotti di Eni, Enel o Edison sul libero mercato, ma non sanno quale potrebbe essere l’effettiva convenienza ad esempio di un impianto di fotovoltaico.

Per rispondere a queste legittime domande da parte dei consumatori è stato lanciato il progetto Eureka che vuole proprio offrire un utile servizio di orientamento nel mercato delle energie rinnovabili e diffondere un “nuovo concetto di sostenibilità”. Le famiglie che vogliono risparmiare sui costi dell’energia, infatti, possono scegliere le tariffe più convenienti, ma è bene anche che conoscano i benefici delle risorse rinnovabili che rispettano l’ambiente e anche il portafoglio.

Il progetto Eureka è stato lanciato a febbraio da Orizzontenergia un gruppo di esperti del settore molto attivo nella divulgazione sulle energie rinnovabili. Come detto, il progetto ha lo scopo di sensibilizzare e informare i cittadini su quelli che sono gli impatti ambientali ed economici delle fonti alternative: il “nuovo concetto di sostenibilità” infatti si basa su tre pilastri che sono il benessere del singolo, la tutela dell’ambiente e la sicurezza e competitività del sistema Paese.

Questa iniziativa, fra l’altro, rientra nel grande impegno della regione Toscana per il coinvolgimento della cittadinanza rivolto alle energie rinnovabili anche attraverso una nuova normativa sul tema diffusa dall’Arpat (Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana). «Ogni fonte energetica – si legge in un comunicato – che si tratti di eolico, fotovoltaico, carbone, gas o altro, produce degli effetti su ciò che la circonda, in funzione dei propri punti di forza e di debolezza. Partendo da questa considerazione Eureka, attraverso un vero e proprio percorso educativo, intende accompagnare l’individuo verso una scelta energetica consapevole, che tenga in considerazione anche i bisogni di collettività e ambiente».

Grazie ad Eureka, quindi, i consumatori potranno essere costantemente informati sui vari impatti economici ed ambientali che gli interventi umani hanno sul territorio. Su internet inoltre verrà anche lanciato un sito web dedicato al progetto che accompagnerà l’utente alla realizzazione virtuale di un impianto di generazione elettrica in un determinato contesto ambientale. Ovviamente i contenuti saranno trattati da un gruppo di esperti del settore.

La corretta informazione sugli impianti di energia rinnovabile è uno degli aspetti fondamentali per la diffusione delle fonti alternative nel nostro sistema economico. Secondo un recente studio dell’Anie, fra l’altro, è previsto che nel 2015 chi ha investito nelle rinnovabili avrà un aumento dei ricavi del 20%. Insomma un motivo in più per sfruttare gli incentivi fiscali e installare un impianto fotovoltaico o di produzione dalle biomasse.

Bruno Grande