Fracking, in Inghilterra per trivellare ci vorrà una licenza come quella per una serra in giardino

Indignati gli ambientalisti: lo "sviluppo consentito" è un trucco per favorire l’industria del fracking

[18 maggio 2018]

Il governo conservatore britannico ha annunciato i suoi piani per rendere più facile estrarre gas con la contestatissima tecnica del fracking (fatturazione idraulica) nella campagna inglese e secondo Friends of the Earth United Kingdom, «I piani del governo  pervertirebbero il processo di pianificazione e imporrebbero il fracking alle comunità».

Roger Harrabin, analista ambientale della BBC, spiega che «Il governo ha proposto un allentamento delle leggi di pianificazione applicabili al fracking. Secondo i piani, la perforazione preliminare potrebbe essere classificata come sviluppo consentito: la stessa legge che consente alle persone di costruire una piccola serra invernale. I ministri stanno anche proponendo uno shale environmental regulator e un nuovo planning brokerage service».

Friends of the Earth UK  spiega che «Il governo sta inoltre introducendo un nuovo regolatore ambientale per lo shale – in sostituzione dei precedenti ruoli svolti dall’Environment Agency,dall’Health and safety executive e dalla Oil and Gas Authority – e un nuovo fondo di sostegno per lo shale da 1,6 milioni di sterline, per accelerare il processo per attuare la trivellazione e facilitare lo sviluppo del gas di scisto».

Secondo Friends of the Earth UK, «Le modifiche previste al processo di pianificazione, compresa la possibilità di trivellare il gas come “sviluppo consentito”, significherebbe che le compagnie di fracking potrebbero procedere immediatamente, senza la necessità di applicare una pianificazione, la valutazione dell’impatto ambientale o una partecipazione democratica locale adeguata. Ciò potrebbe mettere a rischio immediato di trivellazione 17.820 km2 di campagna inglese, dove ci sono già  licenze per lo shale, un’area quasi delle dimensioni del Galles».

Secondo la ministro dell’energia britannica, Claire Perry, «Questo pacchetto di misure rappresenta la manifestazione della nostra promessa di supportare lo shale e assicurerà che l’esplorazione avvenga nel modo più rispettoso dell’ambiente, rendendo più facile per le aziende e le comunità locali lavorare insieme».

Ma Friends of the Earth ed altre associazioni e comitati ribattono che in realtà le licenze per il fracking le darebbe un’agenzia governativa centrale e non i consigli locali; i rappresentanti delle popolazioni locali.

La Perry  ha anche detto che «Lo shale gas ha il potenziale di abbassare i prezzi dell’energia», cosa che, dati alla mano, gli oppositori della tecnologia dicono che non ci sono prove che questo avverrà nel Regno Unito.

Le modifiche proposte sono state accolte con entusiasmo dall’industria del fracking  e l’amministratore delegato di Cuadrilla, Francis Egan ha detto: «Accogliamo con favore le misure che il governo ha introdotto per rendere il processo di pianificazione più rapido e più equo e fornire risorse aggiuntive per aiutare le autorità locali. Il nostro permesso di trivellare e testare solo quattro pozzi esplorativi di gas di scisto nel Lancashire è stato concesso dopo un lungo e costoso processo triennale, che deve migliorare se il Paese vuole beneficiare della sua fonte di gas nazionale, molto necessaria”.

Da quando 7 anni fa un test di fracking ha provocato un piccolo terremoto a Blackpool, in Gran Bretagna non era più stato trivellato nessun pozzo con questa tecnica. A causa dei rischi, il fracking è già stato proibito dai governi autonomi di Scozia, Galles e Irlanda del Nord, ora il governo conservatore britannico vuole rendere più facile il fracking  in Inghilterra e un portavoce dell’esecutivo ha confermato che «Ciò includerebbe la trivellazione ma non la fratturazione della roccia».

Il governo aveva inizialmente introdotto il concetto di “sviluppo consentito” per permettere ai proprietari di case di apportare modesti miglioramenti o ampliamenti delle loro proprietà senza fare tutta la trafila per ottenere una licenza. La portavoce di Friends of the Earth UK, Rose Dickinson, ha denunciato che «I piani del governo pervertono il processo di pianificazione e potrebbero trasformare il paesaggio dell’Inghilterra nel selvaggio west per qualunque cowboy che voglia iniziare a trivellare e scavare nelle nostre campagne. Lo sviluppo consentito ha lo scopo di aiutare le persone a costruire una recinzione o un giardino d’inverno, non di trivellare il gas. Con tutti i rischi intrinseci nel fracking, chiunque penserebbe che il governo vorrebbe almeno che il processo venga eseguito in modo corretto ed equo, ma invece vuole lottare contro il modesto potere delle popolazioni locali che si oppongono. Se ci fosse un referendum sul fracking, finirebbe nella pattumiera della storia – ed è lì che dovrebbero finire queste proposte – invece, i conservatori stanno progettando di rimetterlo in pista contro i desideri della popolazione locale e dell’opinione pubblica in generale».