La geotermia e i nuovi strumenti a servizio del turismo: l’appuntamento a Larderello

L’obiettivo è sempre quello valorizzare al meglio, e in modo coordinato sul territorio, un binomio che si è già dimostrato vincente

[14 marzo 2018]

Un “prodotto turistico omogeneo” made in Tuscany avente come denominatore comune la principale fonte rinnovabile oggi impiegata sul territorio regionale: la geotermia. È questo il filo conduttore che animerà la presentazione dei “Nuovi strumenti a servizio del turismo”, in un incontro rivolto agli operatori del settore e alla stampa presso la Saletta del Circolo di Larderello (in Via Renato Fucini, 19) a partire dalle ore 10 di venerdì 16 marzo.

L’appuntamento segue la presentazione della guida Toscana – Le colline del vapore tenutasi qualche settimana fa a Firenze, e poi tornata protagonista alla Borsa internazionale del turismo di Milano. L’obiettivo è sempre quello valorizzare al meglio, e in modo coordinato sul territorio, un binomio che si è già dimostrato vincente: sono circa 120.000 le presenze turistiche all’anno registrate nel comprensorio definito “geotermico”, di cui oltre la metà dovute proprio al solo turismo “geotermico” in senso stretto.

Ma si può fare di meglio. Ecco dunque che l’appuntamento di venerdì, organizzato con la collaborazione del CoSviG (Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche), avrà come tema i “Progetti e strumenti di valorizzazione e di promozione territoriale dell’area geotermica tradizionale”. Un primo passo, questo, che inizialmente coinvolgerà i Comuni dell’area geotermica cosiddetta “tradizionale”, e in particolare i Comuni di Castelnuovo Val di Cecina, Monterotondo Marittimo, Monteverdi Marittimo, Montieri, Pomarance e Radicondoli.

Protagonisti saranno – leggiamo da programma – i “progetti integrati di valorizzazione territoriale dell’area geotermica tradizionale; il nuovo programma su escursioni, eventi ed attività 2018 ed il nuovo sistema escursionistico in Alta Val di Cecina e nell’area geotermica tradizionale; i portali turistici come strumenti integrati per la promozione della sentieristica culturale e naturalistica; la guida turistica di Viatoribus, “Toscana – Le colline del vapore”, itinerari, persone, luoghi, esperienze, da vivere nell’area geotermica”; il “binomio turismo e geotermia come prodotto turistico omogeneo di interesse regionale”. E proprio la Regione Toscana, con l’Assessorato al Turismo sarà la protagonista, con la partecipazione (ancora in attesa di conferma) dello stesso assessore Stefano Ciuoffo.

Al termine dell’incontro è prevista la degustazione di prodotti tipici del territorio a cura della Comunità del cibo a energie rinnovabili della Toscana. Per registrazioni ed informazioni sull’iniziativa: eventi@cosvig.it