In Cina le auto elettriche crescono del 700%. La rivoluzione della mobilità contro lo smog

[18 agosto 2014]

Auto elettriche e non solo: l’agenzia ufficiale cinese Xinhua ha annunciato che «da gennaio a luglio la produzione di veicoli ad energia nuova è aumentato del 280% su base annua grazie alle misure di sostegno del governo».

Le cifre non sono altissime per un Paese enorme e popolato come la Cina, ma i veicoli a “nuova energia”, come le definiscono nel Celeste impero, nei primi sette mesi del 2014 hanno raggiunto le 25.946 unità e il ministero dell’Industria e delle tecnologie dell’informazione e soddisfatto: «La produzione delle auto elettriche ha fatto un balzo di circa il 700% per raggiungere le 13.829 unità e la produzione dei veicoli ibridi è moltiplicata per 11 per arrivare a  5.027 unità».

Si tratta dei primi risultati delle misure di incentivazioni dei veicoli ad “energia nuova”, messi in atto dalla Cina e che comprendono esoneri fiscali, sovvenzioni all’acquisto e obblighi per i dipartimenti governativi ad accrescere gli acquisti di auto ad energie rinnovabili per risparmiare energia e lottare contro l’inquinamento atmosferico, che ha soffocato le megalopoli cinesi.