Irena, sono 160mila gli occupati del settore geotermico nel mondo

Il focus di settore nell’ultimo rapporto dell'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili

[30 maggio 2016]

irena

Secondo i dati raccolti nel nuovo rapporto Renewable Energy and Jobs, appena pubblicato in versione aggiornata dall’Irena – l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili – nel corso del 2015 i posti di lavoro legati al mondo dell’energia pulita sono cresciuti del 5%, raggiungendo quota 8,1 milioni (più 1,3 milioni di occupati nel settore del grande idroelettrico, conteggiato a parte). Per quanto riguarda l’occupazione da energia geotermica o quella derivante dagli oceani, come anche i settori del biogas e delle biomasse, a livello globale Irena lamenta una «rilevante carenza d’informazioni», che potrebbe aver condotto a sottostimare il risultato totale, sottolineando comunque che per il settore «evidenze aneddotiche dalla letteratura suggeriscono significative potenzialità per la creazione di posti di lavoro».

In totale, Irena conteggia 160mila occupati nel settore, comprensivi di quelli legati alle pompe di calore presenti su suolo europeo. In particolare il rapporto, che non dispone di un prospetto specificamente dedicato al contesto italiano, individua 35mila occupati nel settore geotermico statunitense, 2mila in Giappone, 31mila in Francia, 17mila in Germania, e altri 55mila nei non nominati paesi dell’Unione europea, una parte rilevante dei quali si trova in Italia (al 6° posto nel mondo per potenza installata ed energia prodotta).