La “Fonti Rinnovabili Castelfiorentino Srl” si presenta alla città

Aperto un punto informazioni per tenere aggiornati i cittadini sul progetto in corso per realizzare una rete di teleriscaldamento che tragga energia dal sottosuolo

[16 marzo 2018]

È aperto dalla scorsa settimana – in via Battisti 24, a Castelfiorentino -, il nuovo front office della Fonti Rinnovabili Castelfiorentino Srl. È lo stesso sindaco Alessio Falorni, a spiegare sul proprio profilo Facebook che si tratta della “società che realizzerà l’impianto di teleriscaldamento a Castelfiorentino, il progetto di Kyotherm da 15 milioni di € che abbiamo già avuto modo di discutere in molte occasioni con i castellani, e su cui di recente in molti mi avevano chiesto aggiornamenti”.

Il progetto – avanzato appunto dal gruppo francese Kyotherm – si prefigge di attingere all’energia geotermica racchiusa a 1.700 metri nel sottosuolo, dove si ipotizza la presenza di un enorme bacino di acqua calda (circa 70°): una risorsa naturale dalla quale partire per realizzare una rete di teleriscaldamento in grado di tagliare al contempo la bolletta energetica ad oggi richiesta alla cittadinanza e le emissioni di gas climalteranti e inquinanti dovuti al riscaldamento tradizionale.

«L’azienda ha presentato richiesta secondo quanto previsto dal regolamento comunale, e, a questo punto – aggiorna il sindaco Falorni – comincia la sua fase di precommercializzazione. I risparmi arrivano al 30%, con allaccio completamente gratuito a spese dell’azienda. Più persone aderiranno, più saranno anche i vantaggi dal punto di vista ambientale, sotto forma di minori emissioni di CO2 e altro. È un progetto che coinvolge già aziende e professionisti di zona, e che ci porta nel futuro, e sul quale Castelfiorentino è il primo Comune ad avere questa opportunità dell’intera area metropolitana (in Toscana ci sono già altre esperienze simili); come ogni iniziativa privata (seppure con considerevoli vantaggi per tutti), poi, saranno i castellani a scegliere in completa libertà se aderire. Per chi fosse interessato a approfondire, oltre al Punto Informazioni aperto, c’è il sito www.fontirinnovabili-castelfiorentino.it. Io la considero una buonissima opportunità per il nostro territorio – conclude il sindaco –, e ringrazio Kyotherm per l’attenzione prestata a Castello».