L’Istituto tecnico superiore a Colle di Val d'Elsa raddoppia

Dopo la scuola, l’Its: in Toscana è la principale struttura formativa per rinnovabili ed efficienza

Due i corsi post-diploma proposti, gratis. Formano tecnici specializzati, in un percorso alternativo all’università

[12 settembre 2016]

its-energia-e-ambiente

Prende oggi il via il nuovo anno scolastico italiano, ed entro il 15 settembre la prima campanella sarà suonata lungo tutto lo Stivale. Per tutti quei ragazzi e ragazze che hanno già in tasca il diploma di maturità vige ancora il tempo delle scelte: università, lavoro, oppure? Vanno rafforzandosi le opportunità espresse dagli Its, ovvero gli Istituti tecnici superiori, in grado di formare tecnici specializzati all’interno di un percorso formativo professionalizzante alternativo all’università.

Ne è un esempio in Toscana l’Istituto tecnico superiore “Energia e Ambiente”, nato  nel 2011 con il supporto del Miur e della Regione Toscana a Colle di Val d’Elsa (Siena), che dal marzo scorso coordina la rete nazionale di tali istituti e propone quest’anno non uno ma due corsi ai propri iscritti.

La Regione Toscana ha infatti deciso di finanziare – comunicato dall’Istituto – oltre al corso di Tecnico superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici, giunto quest’anno alla sesta edizione, un nuovo corso per Tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile.

Il doppio percorso di alta formazione post diploma renderà la Fondazione Its Energia e Ambiente la principale struttura formativa in Toscana nell’area dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili; dalla sua nascita a oggi l’Its ha attivato 5 corsi biennali post-diploma coinvolgendo oltre 100 studenti, di cui 60 hanno già concluso il percorso e conseguito il diploma. Oltre il 70% dei diplomati nei primi tre corsi biennali conclusi ha già trovato un’occupazione coerente con il percorso di studi fatto».

I nostri corsi – commenta il direttore dell’Its, Teresa Basilico – rappresentano un’opportunità di formazione di eccellenza, equiparabile all’Università ma più tecnica, di elevata efficacia e strettamente legata al mondo del lavoro. Questo si traduce in una professionalità qualificata e in maggiori prospettive occupazionali per molti giovani».

Il corso per Tecnico superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici è rivolto a 20 giovani di età compresa tra i 18 e 29 anni, in possesso di diploma di scuola superiore. Il corso prevede circa 2.000 ore con lezioni in aula, un’approfondita attività nei laboratori e un lungo periodo di stage in aziende sia in Italia che all’estero, dove gli studenti potranno maturare un’importante esperienza personale, oltre che professionale. Particolare non trascurabile, l’opportunità formativa sarà gratuita per il biennio 2016-2018, in quanto finanziata dal POR FSE 2014-2020, ASSE A Occupazione inserita nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per promuovere l’autonomia dei giovani.

I buoni risultati finora ottenuti hanno spinto a introdurre quest’anno nell’offerta formativa dell’Istituto anche il percorso per l’alta formazione nell’efficientamento energetico. «Quello del risparmio energetico – spiega il presidente, Luciano Carapelli – è un percorso ormai irreversibile in tutti i Paesi più sviluppati: non solo le nuove costruzioni devono rispettare prescrizioni nazionali e caratteristiche progettuali e realizzative ben precise e definite da macro-obiettivi europei, ma anche gli edifici esistenti, a partire da quelli pubblici, devono adeguarsi a standard di efficientamento energetico. Risparmiare energia difendendo l’ambiente e aumentando il comfort, abbattere i costi dell’energia e aumentare il valore immobiliare degli edifici sono leve decisive per lo sviluppo dell’edilizia sostenibile. Questo scenario è già in atto e in ulteriore sviluppo e nasce la necessità concreta di formare anche in Toscana, nel futuro imminente, una figura professionale altamente specializzata».

A giudicare dall’ammontare degli investimenti attivati nel settore edilizio grazie all’ecobonus del 65% per il risparmio energetico e al credito d’imposta al 50% per le ristrutturazione – ovvero, circa 100 miliardi di euro in 4 anni – anche concentrarsi su tale settore formativo potrà dare i suoi frutti una volta usciti dall’Istituto. I bandi di iscrizione ai due corsi biennali 2016-2018 della Fondazione Its Istituto tecnico superiore ‘Energia e Ambiente’ sono disponibili sul sito www.its-energiaeambiente.it e le domande di ammissione devono pervenire entro il 10 ottobre 2016. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il numero 0577-900339 oppure scrivere un’e-mail all’indirizzo info@its-energiaeambiente.it.