A Manciano nuovo punto di raccolta dell’olio domestico

Il costo del servizio non si ripercuote in tariffa, si remunera direttamente con la produzione di energia

[9 agosto 2016]

olio domestico

È stato posizionato presso il negozio Coop di via Paride Pascucci, a Manciano, l’apposito contenitore che consentirà di intercettare correttamente l’olio alimentare domestico utilizzato per cucinare. L’apertura del nuovo punto di raccolta si inserisce nel progetto di area vasta che l’Ato Toscana Sud, insieme al gestore dei rifiuti Sei Toscana e le amministrazioni comunali, sta progressivamente estendendo a tutto il bacino di riferimento. A partire da oggi, sarà dunque possibile conferire in modo corretto il proprio olio domestico (quello utilizzato in casa per la preparazione dei cibi) servendosi della nuova postazione che si trova appunto al primo piano del parcheggio coperto del supermercato Coop in via Paride Pascucci. Il servizio di ritiro dell’olio conferito nell’apposito punto di raccolta sarà svolto da Calussi, la ditta cui Sei Toscana ha affidato il servizio per i comuni della provincia di Grosseto e della Val di Cornia. «Le postazioni per l’olio domestico saranno presto installate anche negli altri centri di media distribuzione di Manciano e Marsiliana – dichiara Antonio Camillo, vicesindaco e assessore all’ambiente del comune di Manciano – che si sono resi disponibili e con cui stiamo lavorando per il posizionamento del bidone mentre è ormai imminente l’attivazione della raccolta domiciliare dedicata alle utenze commerciali. Faccio appello ai miei concittadini perché si impegnino a utilizzare correttamente i sistemi di raccolta a disposizione».

Riciclare l’olio esausto è fondamentale per salvaguardare l’ambiente e in particolare la rete fognaria. Per comprendere gli effetti di uno smaltimento errato basti pensare che un litro d’olio esausto rende non potabile 1 milione di litri d’acqua, una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni. Per un corretto conferimento basta seguire poche e semplici accorgimenti: raccogliere l’olio utilizzato in cucina freddo e inserirlo all’interno di una bottiglia di plastica ben chiusa con tappo, poi inserire la bottiglia all’interno di uno degli appositi contenitori posizionati sul territorio. «Sei Toscana ha affidato la raccolta dell’olio esausto ad aziende specializzate – dice Roberto Paolini, presidente di Sei Toscana – per garantire ai cittadini un servizio efficiente e con l’obiettivo di trasformare in risorsa qualcosa che, ancora oggi, viene considerato prevalentemente un rifiuto. È anche da sottolineare che il costo del servizio non ha ripercussione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto».

In occasione del mercatino di socialità organizzato dalla Sezione Soci Coop, che si svolgerà all’interno della festa dell’Avis nei giorni 19, 20 e 21 agosto, il Comitato Soci Coop distribuirà a tutta la cittadinanza dei volantini informativi sul corretto smaltimento dell’olio domestico realizzati in collaborazione con l’Amministrazione comunale, Sei Toscana e la ditta Calussi. «Siamo molto soddisfatti di aver potuto allestire anche nel supermercato di Manciano un punto di raccolta – afferma Fabrizio Banchi, presidente di Coop Unione Amiatina –. In altri nostri negozi già da alcuni anni forniamo il servizio di raccolta degli oli domestici cercando, con l’indispensabile aiuto dei nostri soci attivi, di sensibilizzare soci e clienti ad un corretto smaltimento».