Meccanica quantistica, la Oxford University Press scegli i fisici dell’università di Trento

Pubblicato un volume sulla Condensazione di Bose Einstein e la superfluidità

[11 marzo 2016]

Meccanica quantistica Trento

Lev Pitaevskii e Sandro Stringari pubblicano per la prestigiosa casa editrice un nuovo volume sulla Condensazione di Bose Einstein e la superfluidità. Dedicato allo studio dei gas atomici ultrafreddi, il manuale è destinato a diventare punto di riferimento per generazioni di fisici interessati ai nuovi fenomeni predetti dalla meccanica quantistica vicino allo zero assoluto. Nuova collaborazione scientifica del centro BEC con il premio Nobel William Phillips

Una pubblicazione nella prestigiosa collana di monografie della Oxford University Press non è cosa da poco per uno scienziato. La prestigiosa casa editrice, che pubblica testi in tutte le discipline accademiche, si è interessata nuovamente al lavoro di due scienziati dell’Università di Trento: i fisici Lev Pitaevskii e Sandro Stringari. Dopo la pubblicazione del loro primo volume nel 2003, ora è la volta del nuovo volume “Bose-Einstein Condensation and Superfluidity” pubblicato nell’ambito della collana internazionale di monografie dedicate alla Fisica.

Ad attirare l’attenzione della casa editrice il lavoro introduttivo sui gas quantistici, con sistematici riferimenti teorici e sperimentali alle proprietà dei gas atomici a temperature ultrafredde, vicino allo zero assoluto. Lo studio degli effetti predetti dalla meccanica quantistica sta diventando sempre più strategico nel panorama scientifico mondiale per le importanti ricadute tecnologiche legate alla realizzazione di nuovi sensori e strumenti di precisione come ad esempio gli interferometri, ora conosciuti anche dal grande pubblico per la loro capacità di intercettare le onde gravitazionali.

«Lo studio dei gas atomici ultrafreddi – si legge nella scheda descrittiva del volume predisposta dalla casa editrice – è un’area della Fisica che sta attirando sempre più giovani ricercatori in tutto il mondo. Scritto da esperti di fama mondiale, questo volume offre una panoramica completa degli entusiasmanti sviluppi nel campo della Condensazione di Bose-Einstein e della superfluidità». Ispirato al loro primo libro, edito nel 2003 da Oxford University Press, questo nuovo volume offre una descrizione sistematica dei gas di Fermi, delle miscele quantistiche, dei sistemi di bassa dimensionalità e dei gas interagenti con forze dipolari. Dà inoltre maggiore enfasi al fenomeno della superfluidità e al suo ruolo chiave in molte proprietà osservabili di questi gas ultra freddi».

Un testo esaustivo dunque, quello scritto da Pitaevskii e Stringari, destinato soprattutto ai giovani fisici, ma anche alla comunità internazionale degli scienziati che si occupano di fisica teorica e sperimentale, in particolare nel campo della fisica atomica. Un traguardo significativo per i due autori, che si aggiunge ad altri risultati prestigiosi ottenuti di recente dal Dipartimento di Fisica dell’ Università di Trento.

Nel frattempo le attività di ricerca del centro BEC proseguono con successo. Un importante risultato scientifico riguarda la pubblicazione sul New Journal of Physics dello studio dei vortici quantistici, utilizzando l’effetto Doppler. Questi vortici mettono in evidenza le nuove  proprietà topologiche predette dalla meccanica quantistica in presenza di geometrie toroidali. Il lavoro è il risultato di una collaborazione tra Sandro Stringari e il fisico William Phillips, premio Nobel 1997 per la Fisica, che, con il suo gruppo di ricerca ha condotto l’esperimento al National Institute of Standards and Technology (NIST), uno degli istituti di ricerca e tecnologia più importanti al mondo.

Rettorato Università degli Studi di Trento