Mobilità a Milano a emissioni zero, premiati virtù e compromessi

[19 settembre 2013]

Si è svolta sotto il cielo grigio di settembre la manifestazione La festa del riciclo e della sostenibilità in Corso Buenos Aires, a Milano, durante la quale il sindaco Pisapia e l’assessore alla Mobilità Maran hanno consegnato i primi attestati di “pioniere della mobilità elettrica” a quei cittadini che hanno scelto di vivere Milano a bordo di veicoli a zero emissioni.

Biciclette, motorini ed auto sono stati premiati dal primo cittadino sul palco dell’evento ed ovviamente non poteva mancare una folta rappresentanza di eV-Now! con Daniele Bonafede (Nissan Leaf) Massimo Bruzzesi (con Renault Fluence, Vecrix e Piaggio Porter), Cristiano Grilletti (Tesla Roadster) e Daniele Invernizzi (Tesla ModelS e Opel Ampera).
L’occasione è stata importante per dare un segno a pubblico e stampa in relazione al numero crescente di privati e professionisti che – per esigenze legate ai propri spostamenti – decidono di non cambiare il tipo di veicolo, quanto la sua alimentazione.

È infatti un argomento più volte trattato: esiste una grossa fetta di cittadini in tutta Italia che non potrà o non vorrà cambiare il tipo di veicolo usato tutti i giorni.  A queste persone ad esempio non potrà essere imposta una bicicletta o un motorino elettrico al posto dell’auto in nome della sostenibilità: una corretta cultura del veicolo elettrico passa proprio dall’analisi dell’esigenza per arrivare fino alla soluzione migliore. Qualche tempo fa si sarebbe usato il termine “compromesso”, bene, grazie ai mezzi elettrici di nuova generazione (auto, moto, bici e veicoli trasporto merce) oggi il compromesso è diventato soluzione e lo è ogni giorno di più per le tante persone che scoprono con sorpresa quanto un veicolo elettrico sia performante, divertente ed economico per i propri spostamenti.

Daniele Invernizzi, presidente di eV-Now! per la mobilità elettrica per greenreport.it