Oltre 250 giorni di energia elettrica rinnovabile su 365: è il 2016 del Costa Rica

Un ottavo di tutta l’elettricità consumata nel Paese mesoamericano arriva dalla geotermia

[30 dicembre 2016]

Confermando – e migliorando addirittura – il trend parziale dello scorso settembre, il Costa Rica è riuscito a tagliare un traguardo da record in fatto di energia e sostenibilità: quasi tutta l’elettricità consumata durante il 2016 nel Paese è arrivata da fonti rinnovabili, mentre appena l’1,88% della domanda è stata soddisfatta ricorrendo a combustibili fossili.

Ancora una volta, un contributo fondamentale è arrivato dalla geotermia, la seconda fonte di energia elettrica del Paese dopo quella idroelettrica: dalle risorse geotermiche dipende infatti il soddisfacimento del 12,74% della domanda di elettricità in Costa Rica, il Paese individuato come più felice al mondo nel 2016 secondo l’Happy planet index sviluppato dalla New economics foundation.

Come certifica il Costa rican electricity institute (Ice), in quest’anno che sta ormai volgendo al termine, durante ben 252 giorni su 365 tutta l’energia elettrica del Paese è arrivata da fonti rinnovabili. Traguardo che difficilmente sarebbe stata raggiunto senza attingere alla geotermia: «L’energia geotermica –sottolinea lo stesso Ice – è prodotta dal calore che la terra trasmette da suoi strati interni verso la superficie, e non dipende dal clima».