Centro Servizi Ambiente Impianti e Sienambiente i partner industriali

RE Mida torna a Ecomondo

Un progetto di rilievo europeo per affrontare il problema del trattamento del gas di discarica a basso contenuto di metano

[7 novembre 2017]

Mentre scriviamo la Regione Toscana e il dipartimento di Ingegneria industriale dell’Ateneo fiorentino intervengono a Ecomondo – la più importante fiera nell’area euro-mediterranea, che sarà a Rimini fino al 10 novembre – al convegno “Emissioni odorigene: dalle tecnologie di abbattimento alle nuove strategie di controllo”. Un tema su cui la Toscana si sta muovendo sulla frontiera tecnologica grazie a LIFE RE Mida, un progetto triennale da oltre 855mila euro volto ad affrontare il problema del trattamento del gas di discarica a basso contenuto di metano che si presenta nel fine vita e nella gestione post mortem degli impianti. Un progetto che è riuscito a conquistarsi il palco di Ecomondo per due anni di fila, bissando oggi l’esperienza 2016.

Forte di 513mila euro di cofinanziamento europeo, il progetto RE Mida è coordinato dal Waste Valorization Group dell’Università di Firenze, con la partecipazione istituzionale di Regione Toscana e quella industriali di due partner centrali nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti in Toscana: Centro Servizi Ambiente Impianti e Sienambiente.

Il progetto – ricordano oggi dalla Regione – prevede la realizzazione di due impianti pilota presso due discariche di Podere il Pero (Castiglion Fibocchi, Arezzo) e de Le Fornaci di Monticiano (Siena); dopodiché, sulla base dell’esperienza maturata, si potranno redigere le linee guida per il trattamento del gas di discarica a basso potere calorifico che verranno disseminate dalle Regione Toscana in modo da promuovere una discussione dei contenuti tecnici della Landfill directive, cioè la direttiva europea sulle discariche.
Per approfondimenti, è possibile conoscere RE Mida da vicino a Ecomondo, presso lo stand 136 nel padiglione B7.