Rifiuti, il giudizio di Confservizi Cispel Toscana sul piano dell’Ato Costa

[4 dicembre 2014]

La decisione assunta dall’assemblea dell’Ato Costa di approvare il piano straordinario è importante, e consente di avviare a conclusione un iter decisionale iniziato oltre quattro anni fa. La decisione è stata assunta con l’adesione della stragrande maggioranza dei comuni, una scelta forte, quindi, che elimina ogni dubbio ed incertezza e apre la strada alla conclusione della gara, già avviata da tempo, per la scelta del partner industriale.

Sarà possibile così costruire il soggetto industriale gestore del servizio per un’area metropolitana importante, e l’approvazione del piano industriale consente di basare il nuovo affidamento su un progetto serio e innovativo, con al centro raccolta differenziata e riciclaggio, recupero energetico, riduzione della discarica, qualità dei servizi e investimenti.

Così facendo si completerà in poco tempo il percorso di affidamento dei tre Ato regionali, dopo l’avvio della gestione nell’Ato Sud e la chiusura della fase delle offerte nell’Ato Costa. In poco tempo i tre gestori di ambito saranno tutti operativi, e sarà così possibile definire ulteriori strategie di integrazione regionale. Resta da definire l’assetto impiantistico dell’area ancora oggetto di troppe incertezze, ma la decisione presa in assemblea consente di guardare con fiducia alla soluzione condivisa anche di questo problema.

di Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana