Festa dell’Albero, Legambiente : «Educare nuove generazioni all’importanza degli spazi verdi»

[20 novembre 2013]

Torna la Festa dell’Albero anche in Toscana, con Legambiente che invita cittadini di ogni età e amministrazioni locali a unirsi alle operazioni di piantumazione sia all’interno delle scuole che in aree verdi e degradate delle città. Quest’anno la Festa dell’Albero ha una valenza maggiore perché dedicata al tema dell’accoglienza, ai diritti dei migranti e alla questione dello ius soli.

«Il 20 e 21 novembre  saranno coinvolte anche in Toscana tante classi e tanti bambini, perché la tutela del verde deve riguardare prima di tutto i più giovani –  ha spiegato Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana – L’obiettivo è quello di educare le nuove generazioni all’importanza della gestione e della conservazione degli spazi verdi. Ma quest’anno la festa dell’Albero ha anche un altro grande significato che è quello del principio dell’uguaglianza tra le persone. L’edizione 2013 è infatti dedicata ai migranti e al loro di diritto di farsi una vita migliore. Per questo motivo, attraverso la piantumazione di nuovi alberi, simboli della natura che più di tutti ci parlano di radicamento, appartenenza e vita, vogliamo porre l’attenzione sulla rimozione di tutti gli ostacoli legislativi e culturali affinché vengano riconosciuti diritti imprescindibili a tutti».

Tra i moltissimi eventi programmati un po’ in tutte le province per celebrare la Festa dell’Albero, segnaliamo: in Provincia di Arezzo nei giorni 20 e 21 novembre, nelle frazioni di Castelluccio e Pieve San Giovanni e nel capoluogo, verranno piantati, con la partecipazione delle classi delle scuole elementari e medie, 13 tigli, 3 cipressi toscani e 8 platani donati grazie al contributo di alcune aziende vivaistiche. Le piantumazioni saranno dedicate alle vittime di Lampedusa ed a tutti i migranti. Sabato 23 novembre (ore 16.00-19.00) presso il centro di aggregazione sociale “Arno” si svolgerà la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a 53 bambini nati in Italia da genitori stranieri e residenti a Capolona. Durante la cerimonia si potranno assaggiare piatti tipici multietnici. Accompagnerà la giornata l’Orchestra Multietnica Aretina con 30 musicisti provenienti da ogni parte del mondo.

Le iniziative sono promosse dal circolo di Legambiente Laura Conti, il comune di Capolona, la provincia di Arezzo, la Regione Toscana, l’istituto comprensivo “G. Garibaldi” e l’associazione “L’Italia sono anche io”. A Grosseto Legambiente inviterà tutte le scuole della provincia di Grosseto a piantumare un albero per far conoscere agli studenti l’importanza di queste splendide sentinelle ambientali. Le scuole del territorio potranno ritirare gratuitamente un albero da piantumare nel giardino della scuola, grazie alla collaborazione con il Vivaio Poggio Cavallino della Castellaccia (Gavorrano). Le richieste potranno essere fatte direttamente al Circolo Festambiente Legambiente (0564.48771) a partire da lunedì 25 novembre.

«Quest’anno vogliamo dedicare l’edizione 2013 della Festa dell’Albero al tema dell’accoglienza e ai diritti dei migranti, che devono diventare sempre più importanti e codificati anche in Maremma – ha dichiarato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente -. Chiediamo per questo che venga riconosciuta la cittadinanza onoraria ai figli di cittadini stranieri nati nel nostro territorio. Lo scorso ottobre abbiamo piantumato, nel Parco della Maremma, un albero in ricordo delle vittime di Lampedusa. Vogliamo anche coinvolgere tutte le scuole della provincia nella piantumazione di alberi, ricordando anche la legge 10 del 2013 che obbligherebbe ogni comune a mettere a dimora un albero per ogni nuovo nato. Proprio per questo chiediamo con forza ai comuni del territorio di rispettare questa legge e di darne comunicazione ai cittadini».  Proprio per far rispettare questa legge, e per informare i cittadini, l’associazione del Cigno verde stilerà una vera e propria classifica dei comuni che la applicano e di quelli che non la applicano.

Si lega a queste iniziative anche il tema del convegno di Legambiente e Cesvot “Alberi maestri – il verde urbano a Firenze: analisi, prospettive, proposte” che si volgerà venerdì 22 novembre (ore 15.00/18.00) presso il centro Elsa Morante di via G.P. Orsini. Il verde urbano è patrimonio irrinunciabile delle città ed elemento essenziale della qualità della vita di chi le abita. Per questo, il prossimo 22 novembre, Legambiente Toscana Volontariato promuove un’iniziativa aperta a ragazzi, volontari, rappresentanti di altre associazioni, enti pubblici, cittadinanza attiva e ad ogni altro soggetto interessato alle tematiche del verde urbano e del suo rapporto con la società. In particolare, gli interventi previsti analizzeranno lo stato di salute delle aree verdi fiorentine e la loro fruibilità, a partire dai dati emersi dal dossier nazionale di Legambiente Ecosistema Urbano 2013, per poi spostarsi su tematiche più innovative concernenti usi non scontati del verde urbano: dalle aree verdi come luoghi di socializzazione e cultura, alle idee di iXorto e di Community Garden.