Al via i corsi propedeutici della Regione

Funghi, in Toscana il rispetto per la salute e il territorio s’insegna gratis

[18 ottobre 2013]

Le giornate ripetute di pioggia alternata a sole hanno fatto esplodere la stagione dei funghi e, come noto, oltre a portare in tavola prelibatezze portano anche a problemi di salute (anche molto gravi) e ambientali.

I punti critici sono sempre i soliti: il riconoscimento dei funghi che non tutti sono in grado di effettuare se non adeguatamente formati da esperti e la mancata conoscenza delle norme base di rispetto del territorio. Per colmare queste lacune, stanno per iniziare in tutta la Toscana, per il secondo anno consecutivo, i corsi propedeutici alla raccolta dei funghi. Sono realizzati, su disposizione dell’amministrazione regionale, dai Gruppi micologici toscani con la supervisione del Centro di coordinamento regionale per la Micologia e la partecipazione di personale degli Ispettorati micologici delle Asl.

«Lo scorso anno i quasi 2000 posti disponibili si erano rapidamente esauriti e questo ci ha dato la misura del grande interesse per questa iniziativa che mira a soddisfare il bisogno di informazione da parte di chi raccoglie i funghi per hobby e desidera tenere nel bosco comportamenti adeguati e rispettosi dell’ambiente –  ha dichiarato l’assessore regionale all’ agricoltura Gianni Salvadori –Per cercare di rispondere al meglio alla grandissima richiesta da parte dei cittadini quest’anno abbiamo portato il numero complessivo dei corsi, che si svolgeranno da qui alla fine dell’anno, a un totale di 90, con un incremento di quasi il 30% rispetto al 2012».

I corsi sono gratuiti, hanno una durata complessiva di sei ore, articolate su tre serate, e la partecipazione è volontaria. Non è infatti previsto dalla legge regionale un obbligo di partecipazione a corsi di alcun tipo per potersi dedicare alla ricerca dei funghi per consumo personale. «Il nostro auspicio – ha concluso Salvadori – è che attraverso questa iniziativa, oltre alla migliore conoscenza dei funghi, si diffonda anche la cultura del rispetto dell’ambiente e dei territori e si contribuisca così a ridurre i motivi di attrito e contrasto che a volte sorgono fra i cercatori per hobby e le popolazioni locali».

Il calendario completo dei corsi ed i contatti per le iscrizioni sono disponibili alla pagina web dell’ Ufficio relazioni con il pubblico della Regione Toscana (www.regione.toscana.it/urp)