La raccomandazione per la salute dei felini pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea

Gatti, mangimi tossici: stabiliti due nuovi valori di riferimento

[6 novembre 2013]

Data la tossicità delle tossine T-2 e HT-2 l’Ue stabilisce un valore di riferimento nei mangimi per gatti. Per questo – con raccomandazione pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea di oggi – la Commissione modifica la precedente raccomandazione del 2006.

Le tossine T-2 e HT-2 sono micotossine prodotte da diverse specie di Fusarium. La prima è metabolizzata rapidamente in un gran numero di prodotti e la seconda è uno dei principali metaboliti.

Su richiesta della Commissione il gruppo di esperti scientifici sui contaminanti nella catena alimentare (gruppo Contam) dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha adottato un parere sui rischi per la salute degli animali e per la salute pubblica legati alla presenza di tali tossine negli alimenti e nei mangimi.

Per quanto riguarda il rischio per la salute degli animali, il gruppo Contam ha concluso che è da ritenersi improbabile che l’attuale esposizione stimata alle tossine T-2 e HT-2 costituisca un problema per la salute dei ruminanti, dei conigli dei pesci. Le stime dell’esposizione indicano che il rischio di effetti negativi sulla salute dei suini, del pollame, dei cavalli e dei cani è basso. I gatti sono tra le specie animali più sensibili. Però, a causa della scarsità di dati e dei gravi effetti nocivi per la salute osservati a bassi dosaggi, non è stato possibile definire né il livello al quale non si osservano effetti negativi né il livello più basso al quale si osservano effetti negativi.

Quindi andranno effettuate indagini rivolte a raccogliere informazioni sui fattori che determinano tenori relativamente elevati di tossine T2 e HT-2 nei cereali e nei prodotti a base di cereali, nonché sugli effetti della trasformazione dei mangimi e degli alimenti.