La Corea del nord minaccia di cancellare il summit con Trump

Pyongyang: le esercitazioni militari congiunte Usa-Corea del Sud sono «una prova per l'invasione del Nord e una provocazione»

[16 maggio 2018]

Oggi, un alto responsabile della Repubblica popolare democratica di Corea (Rpdc) ha dichiarato che la Corea del nord potrebbe rivedere la possibilità di tenere il summit previsto per il 12 giugno a Singapore tra il leader supremo nordcoreano Kim jong-Un e il presidente statunitense Donald Trump, come segno di protesta per le esercitazioni aeree militari congiunte Usa- Corea del sud  Max Thunder 2018.

Per far capire che fa sul serio, Pyongyang aveva già annullato una riunione tra i leader delle due Coree  prevista per oggi nella Casa della Pace, nel villaggio di frontiera di Panmunjom.

Il vertice tra Trump e Kim jong-Un era stato pianificato dopo l’accordo di pace dello scorso 27 aprile tra Rpdc e Corea del sud.

La notizia del possibile annullamento del vertice Rpdc-Usa è stata confermata dall’agenzia sudcoreana Yonhap, che ha citato l’agenzia ufficiale della Rpdc, la  North Korean Central News Agency – Kcna.

La portavoce del dipartimento di Stato Usa, Heather Nauert, cerca di fare buon viso a cattivo gioco e di minimizzare: «Andiamo avanti col lavoro per pianificare l’incontro tra Donald Trump e Kim Jong-un», ma per Trump, che fino a poche ore prima aveva portato la Corea del nord come esempio rispetto all’accordo sul nucleare iraniano negoziato senza nerbo da Barack Obama, è un brutto colpo perché dimostra che non è vero che è con la linea dura che è stata “domata” la Corea del nord, che in realtà aveva annunciato lo smantellamento dei suoi impianti nucleari perché non si sentiva più minacciata da americani e sudcoreani.

Sono bastate poche ore perché il regime nordcoreano tornasse a ritenere le esercitazioni in corso tra l’aviazione di Seul e quella Usa «una prova per l’invasione del Nord e una provocazione».

Ora a Pyongyang ammoniscono: «Gli Stati Uniti dovranno prendere attente decisioni sul destino del pianificato summit Corea del Nord-Usa alla luce di questo provocatorio putiferio congiunto con le autorità sudcoreane».