Ecco i concerti e gli spettacoli di Festambiente 2014

Aprono Elio e le Storie Tese, chiusura con gli Stadio. Dario Fo l’11 agosto

[16 luglio 2014]

La Ventiseiesima edizione di Festambiente, il Festival Nazionale di Legambiente, che si svolgerà quest’anno dall’8 al 17 agosto a Rispescia (Grosseto), nel Parco regionale della Maremma, ha per tema “È bello vivere in Italia” e guarda alla crisi economica portando nella sua area espositiva e sui suoi palchi la positività di esperienze di bellezza, ecologia e risparmio energetico. Sarà una cittadella ecologica dove regneranno le buone pratiche, il rispetto per l’ambiente, le radici culturali e l’allegria.

Un’allegria che passa da un ricco e variegato cartellone spettacoli 2014, che porta ancora una volta in Maremma grandi nomi della musica e della cultura. Ad alternarsi sul palco della festa, ogni sera dalle 22.30, saranno artisti italiani e internazionali per un calendario più vario che mai.

Angelo Gentili, coordinatore nazionale Festambiente, spiega che «Il cartellone degli spettacoli di Festambiente, la manifestazione nazionale di Legambiente, e’ caratterizzato dalla grande qualità culturale e dalla sensibilità sulle tematiche ambientali da parte degli artisti che lo compongono, Una  serie di grandi eventi  che divertiranno e intratterranno il nostro pubblico, creando ogni sera un’atmosfera ricca di spunti originali ed unici nel loro genere, non priva di momenti di forte impegno  ecologista sulle tematiche a noi più vicine».

Ad aprire il festival, l’8 agosto, saranno gli Elio e le Storie Tese, il 9 agosto l’inconfondibile voce di Piero Pelù e il 10 la melodia di Cristiano De Andrè. Lunedì 11 per la prima volta sarà il giullare Dario Fo, già premio Nobel per la letteratura 1997 a salire sul palco della festa, per poi passare il testimone il 12 all’Orchestra di Piazza Vittorio e Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli, il 13 laBandabardò, il 14 Stefano Bollani, il 15 Roy Paci Aretuska All Stars, il 16 i Modena City Ramblers e il 17 chiusura con gli Stadio.

La valorizzazione dei musicisti toscani e maremmani va avanti,  il 14 agosto I Musica da Ripostiglio aprono il concerto di Stefano Bollani, mentre a ferragosto  saranno I Matti delle Giuncaie a precedere precedono Roy Paci. Il 16 con i Modena City Ramblers si esibirà la band multietnica Kabila e il 17 agosto gli Stadio saranno preceduti dal giovane cantautore maremmano Lucio Corsi.

È inoltre prevista la realizzazione di eventi in collaborazione con il Festival Alterazioni, che si svolgerà ad Arcidosso a fine luglio, con EdicolAcustica, progetto musicale di Michele Scuffiotti e con Gunu e Nyatepe, gruppo di danza e percussioni africane.

Ci saranno realizzate due notti bianche, il 15 e il 17 agosto, per prolungare festambiente fino a notte fonda con musica, spettacoli e tante ricche iniziative culturali.

Festambiente è anche buona pratica per grandi eventi eco-compatibili e sostenibili. Anche quest’anno, grazie alla campagna Azzero C02le emissioni di anidride carbonica del festival vengono compensate tramite il progetto di riforestazione del parco del Delta del Po in Veneto.

Si conferma popolare il costo d’ingresso alla manifestazione: 8 euro prima delle 20,00 e 12 euro dopo le 20. I bambini sotto i 12 anni entrano gratis e grande attenzione alla famiglie con una proposta dedicata. Per sconti, promozioni, abbonamenti e programma completo consultare www.festambiente.it.

Per essere sempre aggiornati, Festambiente è su Facebook, Twitter, Istagram, Flickr e il canale Youtube, con le interviste agli artisti e molto altro. E’ possibile iscriversi alla newsletter dal sito www.festambiente.it

Ecco nel dettaglio il calendario dei concerti e spettacoli di Festambiente 2014:

Venerdì 8 agosto – Elio e le Storie Tese – Il gruppo più irriverente ed arguto del panorama italiano. L’allegria degli Elio e le Storie Tese, sempre capaci di divertire e sorprendere con trovate geniali e provocazioni di dissacrante ironia , porterà in scena il “Neverending Tour”, imperdibile occasione per ascoltare dal vivo la serie di perle storiche e canzoni dall’Album Biango” della combriccola milanese. Improvvisazioni, cambi di scaletta e sorprendenti boutades comiche sono l’essenza  del tour estivo  di questa band  creativa e geniale della scena musicale italiana. Eclettismo musicale, impegno  e qualità per  uno stile unico impreziosito dall’inquietante e divertente presenza di Mangoni e dalla qualità vocale di Paola Folli.

Sabato 9 agosto – Piero Pelù – Il front man dei Litfiba presenterà la sua autobiografia  del libro “Identikit di un ribelle“ intervistato da Enrico Fontana, Direttore Nazionale di Libera. A seguire  live set con i suoi Bandidos. Un viaggio fra le hit del solista ribelle del rock italiano, a partire dagli esordi del ’99 con “Toro Loco”, passando per “Bomba Boomerang” fino ai recenti singoli “ ‘Sto Rock” e “Mille Uragani”. Un artista che si è evoluto da ragazzo di strada a uomo in rivolta, che ci ricorda che opporsi alle ingiustizie è un preciso dovere morale, una necessità. Perché in molti non è eroico. È vitale”. L’evento andrà in scena durante la giornata dedicata alla legalità e alla lotta contro le mafie, che vedrà la partecipazione di Don Luigi Ciotti.

Domenica 10 agosto – Cristiano De André – In scena fin dai primi anni ’80, Cristiano De André riprende la tradizione cantautorale italiana, rinnovandola grazie ad una carriera all’insegna della ricerca interiore e individuale verso l’integrità artistica personale,  costellata di collaborazioni importanti con nomi del calibro di Mauro Pagani, Eugenio Finardi, Vince Tempera e suo padre l’indimenticato Fabrizio De André.  Sul palco di Festambiente porterà in scena la tournée per il suo nono album “Come in cielo così in guerra, dal quale è tratto il pezzo “Invisibili”, premiato come miglior testo e vincitore del premio della critica al Festival di Sanremo 2013.

Lunedì 11 agosto – Dario Fo – Il ritorno al teatro del Maestro e Premio Nobel Dario Fo, che salirà sul palcoscenico di Festambiente per raccontare  l’esperienza più che mai attuale della sua compagna di vita. Una presentazione-spettacolo ispirata al libro “In fuga dal Senato” (Chiarelettere, Milano 2013) il prezioso lascito in cui Franca Rame ripercorre l’amara esperienza vissuta in Parlamento tra il 2006 e il 2008. Un racconto drammatico e grottesco legato a doppio filo al suo impegno civile e politico, durato decenni e mai terminato, nemmeno dopo le sofferte dimissioni. Una testimonianza dai risvolti comici ricca di nomi, storie e circostanze, portata in scena assieme a tre giovani attori: Maria Chiara Di Marco, Roberta De Stefano e Jacopo Zerbo.

Martedì 12 agosto – L’Orchestra Piazza Vittorio e Ginevra di Marco – Nata nel 2002 l’Orchestra di Piazza Vittorio rappresenta una realtà unica. Un’orchestra di musicisti provenienti da dieci Paesi, nove lingue diverse che insieme si fondono in un solo idioma, quello della musica. Un messaggio di fratellanza e di pace più efficace di tanti altri messaggi mediatici. Il meraviglioso incontro con Ginevra di Marco ha fatto il resto. L’Ex voce di CSI e PGR canterà in un concerto pieno di fascino e di originalità, con canzoni del repertorio della Di Marco completamente riarrangiati per l’occasione, accompagnata alle tastiere da Francesco Magnelli (ex Litfiba, CSI e CCCP) e dall’Orchestra di Piazza Vittorio nella giornata dedicata ai migranti ed alle politiche dell’accoglienza.

Mercoledì 13 agosto – Bandabardò – Con 11 dischi alle spalle e migliaia di concerti, i  maestri dell’ “On the road” italiano porteranno in scena “L’Improbabile  tour”: suoni e parole nuove. L’ultimo disco della band fiorentina segna una svolta con uno sguardo acuto sull’attualità. I “brutti, sporchi e cattivi”, come piace definirsi allo stesso Erriquez, non trascurano le vicende contemporanee e rilanciano con gentilezza e ottimismo, raccontando personaggi che hanno fatto la Storia d’Italia e valorizzando le piccole e importanti gioie della vita. L’Improbabile Tour  è incontro con il pubblico,  cuore genuino  ed energia pura .Una band  furibonda, un live  dove si balla ,  si salta tutti insieme con la Banda che è “Su’ e giu’ dal palco”  con i pezzi cantati   in coro. Allegramente rebelde !

Giovedì 14 agosto – Stefano Bollani – Stefano Bollani è un artista apprezzato in tutto il mondo, con alle spalle anni di produzioni musicali di altissimo livello. Dal jazz alla classica, passando per blues, letteratura e fumetti, il suo eclettismo musicale ha raggiunto elevatissimi livelli di qualità e numerosi riconoscimenti.

Improvvisazione e sentimenti saranno il leit motiv del suo concerto “Piano Solo”. Dal momento in cui appoggerà le sue dita sui tasti del piano, Bollani comincerà a osservare il suo io e la propria memoria, in un viaggio incredibile in cui prendere per mano ogni spettatore e portarlo accanto a sé, nella sua musica piena di sentimento e divertimento, destrutturando e ricostruendo, ogni volta in modo diverso, i brani che lo hanno reso famoso. Aprono i La Musica da Ripostiglio, gruppo musicale dalle atmosfere  retrò, cavalcano lo swing dei primi anni del secolo scorso con influenze gitane e francesi, confluiscono in sirtaky greci, fino ad impregnarsi di profumi tangheggianti, walzer e boleri, con un accurato lavoro sui testi assolutamente originali, ironici e a volte irriverenti. Negli ultimi anni suonano in spettacoli teatrali percorrendo i più importanti teatri italiani.

Venerdì 15 agosto – Roy Paci Aretuska All Stars – Tra i musicisti italiani più eclettici e vulcanici degli ultimi vent’anni, Roy Paci torna in concerto per raccontare il mondo e le sue storie attraverso la musica. Il nuovo singolo, “Italians Do It Better”, esce dopo 17 anni di carriera e vede la partecipazione di Dr. Ring Ding come MC e di Saturnino al basso. Un brano che rappresenta una riflessione sull’Italia e sugli italiani, senza cedere a stereotipi e semplificazioni, senza giustificazioni. La formazione siciliana  riparte per il tour estivo con una scaletta che spazierà fra i brani più recenti e il repertorio storico di Roy Paci & Aretuska, rivisitato attraverso un sound rinnovato e impreziosito dall’introduzione dell’elettronica, che consolida e amplia il classico suono della band. Aprono I matti delle Giuncaie, 4 matti che suonano l’allegria della nostra Maremma, suoni, cori e canti con le voci matte della band hard-folk maremmana. Patchanka, rock, musica gitana e festa… in Maremma ci divertiamo così! Accovacciatevi sulla spiaggia vicino alle giuncaie, ascoltate i matti e godete della vita!

Sabato 16 agosto – Modena City Ramblers – Dopo venti anni di carriera e impegno civile, i Modena City Ramblers sono energicamente in tour con un live pensato per  ripercorrere la grande e intensa storia della band, con 13 dischi pubblicati dal 1994. Il tour “20” è un live sorprendente, composto da tre diversi momenti: una parte strettamente “combat folk”, con violino e strumenti tradizionali a condurre le danze, una più robusta ed elettrica di “celtica patchanka”, dove il folk si contamina e prende nuove forme, e un momento acustico in cui saranno le ballate a dominare la scena. Da ballare e cantare tutti insieme, a chi c’era già 20 anni fa e chi vent’anni li compie nel 2014. Aprono i Kabìla, (Italia/Libano) che significa tribù, quella che rappresenta l’intera umanità. Sono una band multietnica toscana, con tre album prodotti da Massimo Giuntini (ex Modena City Ramblers, Whisky Trail). Sonorità africane ed europee si fondono, come le lingue, dando vita ad un sound etno-pop mediterraneo, una miscellanea di culture che sappiamo essere il presente che ci piace.

Domenica 17 agosto – Stadio – Trent’anni di carriera che hanno fatto la storia della musica popolare italiana come band e con collaborazioni con i più grandi interpreti, da Lucio Dalla a Vasco Rossi.

Gli Stadio approdano a Festambiente con la tournée estiva “Immagini del Nostro Amore” per una chiusura pop-rock d’autore tra ballate e live. Un concerto nuovo rispetto agli scorsi anni, in cui gli Stadio inseriscono canzoni che da tempo non avevano il piacere di suonare dal vivo: Ci Sarà, Immagini del Nostro Amore, Tutto con Te, Navigando Controvento saranno protagoniste del live della band emiliana, presentando il nuovo singolo “L’Ala tornante”. Apre Lucio Corsi, un cantautore giovane, 19 anni che non parla di se stesso, … ma canta la nostra Maremma, luogo magico dove si fanno strani incontri dinosauri, “uomini cocomero” ma anche api, anatre, galline e maiali… che gli danno l’occasione per parlare di amore, della vita, d’adolescenza e sigarette, in un modo molto personale e a tratti irreali

A seguire la Notte Bianca di Festambiente, sotto il cielo di Maremma tante sorprese che animeranno le piazze del festival per un arrivederci al 2015.

Su www.festambiente.it  è possibile  iscriversi alla newsletter oppure su Facebook, Instagram, Twitter, Flickr, Canale Youtube