In viaggio da Milano a Venezia… remando. Inizia l’impresa di reMIVEri

Dieci canottieri, tra i 20 e i 60 anni, partono alla riscoperta di un tragitto unico. Il diario su greenreport.it

[15 maggio 2015]

Ci sono tanti modi per andare da Milano a Venezia… tutti subito penseremmo all’auto, magai al treno, i più esagerati ad aerei o alianti privati. Elicotteri. Magari qualcuno pensa a piedi o in bicicletta. Ma pochi immaginerebbero che si possa arrivare a Venezia remando, partendo proprio da Milano. Eppure in un tempo non troppo lontano l’idrovia del Po e tutti i Navigli milanesi erano un importante via di trasporto di merci e persone. E adesso i canottieri di reMIVEri riapriranno questa nostra “via del sale”, forse non troppo esotica ma certamente ormai dimenticata.

Protagonista il CUS-Canottieri San Cristoforo, che riscoprirà l’antica idrovia che permette di arrivare a Venezia partendo da Milano. In una perfetta sintesi tra turismo, scoperta del territorio, vacanza e sport, l’affascinante obiettivo è quello di far conoscere la bellezza e il potenziale di Milano come città d’acqua, riscoprendo un antico percorso e inserendolo nella modernità di Expo 2015. Un viaggio lungo 450 km, 7 Tappe, 12 Città, 3 Regioni, che inizierà domani sabato 16 giugno per concludersi domenica 24 con una regata internazionale: la VOGALONGA 2015. Protagonisti assoluti 10 canottieri, tra i 20 e i 60 anni, che a bordo di due barche da quattro vogatori con timoniere compiranno l’impresa: siamo orgogliosi di annunciare che il singolare diario di bordo sarà pubblicato in questi giorni da greenreport.it.

«Remare da Milano a Venezia per cercare di ridare a Milano il dominio delle acque». L’impresa, come ci annuncia il 27enne vogatore Giacomo Scandroglio, che documenterà sulle nostre pagine il viaggio, si annuncia epica nel senso più romantico del termine. «Un tempo, Milano era un importantissimo nodo di collegamento tra il Lago Maggiore, Svizzera e il Mar Adriatico. Era normale vedere barconi carichi di carta prodotte a Corsico, dalla cartiera Burgo, portare le grandi bobine fino al laghetto di San Marco alla sede del Corriere della Sera. Questa città d’acqua è la Milano che sogniamo; e reMIVEri non è altro che un viaggio che vuole unire sport, natura, riscoperta del territorio e cultura. Oggi partiamo come 11 canottieri con due imbarcazioni, magari tra qualche anno saremo molti di più a partire da Milano a remi puntano l’Adriatico! Per il momento un grazie particolare va ai miei compagni di barca (Andrea aka il Papoz, Arianna, Daniela, Ivana, Leonardo, Luca, Massimo aka Cits , Nicola e Sandro) all’appoggio della mia canottieri CUS –Canottieri San Cristoforo Milano e del suo Presidente Sergio Passetti. Senza di loro questo incredibile avventura non sarebbe potuto mai realizzarsi».

E invece è arrivato il momento di partire: «Vedere le sponde del Po, passare del tempo lontano dalle strade e dai rumori in compagnia di amici». Giacomo disegna lo snodarsi delle insenature. «Avanzare lentamente e con fatica gustando così con lentezza ogni metro, quando invece è così facile salire in auto e sfrecciare a Venezia. Il nostro viaggio sarà come sgattaiolare un attimo su in soffitta e trovare oggetti e giochi dei propri nonni. Milano con i suoi Navigli, Pavia col suo Ticino, e in generale tutta l’Italia settentrionale con il grande Po. Tutti questi luoghi sono ricchi di un’importante tradizione che si sta pian piano spegnendo. Noi reMIVEri vogliamo valorizzare questo importante patrimonio ambientale e culturale prima che ne svaniscano per sempre tutte le tracce».

Per tutti quelli che vogliono saperne di più vi invitiamo a visitare la loro pagina facebook https://www.facebook.com/pages/reMI-VEri/749084741848207, e per chi li vuole  anche sostenere c’è pure un sito di crowd funding a https://www.produzionidalbasso.com/project/milano-venezia-450-km-remando/. Invece, per tutti gli altri curiosi, i reMIVEri vi invitano in Darsena per la loro partenza sabato 16 Maggio alle 10.00 in Darsena per un saluto alla cittadinanza, mentre il pomeriggio li potete accompagnare in bici da Milano a Pavia (30 km circa), lungo le sponde del Naviglio Pavese, ritrovo alle 14.00 davanti alla chiusa di via Chiesa Rossa, Milano. Per tutti gli altri, l’appuntamento è su greenreport.it.