Incile, i lavori promessi da Olt se li aggiudica un’azienda pisana

[17 ottobre 2013]

È stata la pisana Forti S.p.A. ad averla vinta sulle sue tre dirette concorrenti: si è conclusa la gara per la realizzazione dei lavori di apertura del Canale Incile, e quei lavori è stata lei a aggiudicarseli. Il via provvisoria almeno, fin quando non sarà completata la chiusura dell’iter procedurale.

Le operazioni riguarderanno il collegamento tra l’Arno e il Canale Navicelli, e saranno volte a ripristinare la navigabilità dal centro di Pisa al Porto di Livorno, come previsto all’interno degli accordi sottoscritti tra la società OLT Offshore LNG Toscana, la Provincia e il Comune di Pisa come “compensazione ambientale” da parte della società che gestisce il rigassificatore ormai operativo davanti alle coste toscane.

La OLT comunica che è stato completato l’iter autorizzativo relativo alla bonifica, operazione propedeutica alla realizzazione del canale stesso. Le relative autorizzazioni sono state ottenute in riferimento alle nuove modalità di intervento proposte, a fronte delle problematiche emerse nel corso del mese di agosto, in cui era stato rilevato un livello pressoché costante, nonostante i 1800 metri cubi di acque pompate. 

La ditta Forti, in sinergia con il Coordinatore della sicurezza della società OLT Offshore LNG Toscana, sta rivedendo tutte le fasi di cantierizzazione che, rispetto alle modalità di lavoro adottate fino ad agosto, sono cambiate. In particolare, i cambiamenti hanno interessato la zona di pompaggio, adesso in prossimità del Canale Navicelli, e il sistema di pompaggio stesso. Ciò comporta un ampliamento dell’area di cantiere con la relativa recinzione e quindi un aggiornamento del Piano Strutturale Comunale. Sono, pertanto, in corso di valutazione le modalità più consone all’esecuzione dei lavori. Tali modalità saranno definite appena possibile, al fine di evitare che il canale resti vuoto in coincidenza con l’inizio della stagione autunnale e con eventuali escursioni della falda freatica. Attualmente è in corso di valutazione anche l’adozione di mezzi d’opera diversi e più efficaci per la conclusione delle operazioni. Per il completamento di questo iter sarà necessario circa un mese di tempo.

«Sono soddisfatto per la risoluzione dei problemi che erano emersi con la bonifica e per l’aggiudicazione in via provvisoria dei lavori strutturali ad una azienda pisana – ha detto Marco Filippeschi, Sindaco del Comune di PisaAdesso esiste una calendarizzazione dei lavori che risaneranno il canale dei Navicelli, che con l’apertura dell’incile saranno di aiuto alla nautica e al turismo e che con gli interventi sulla viabilità faciliteranno l’accesso al Litorale». 

Per la calendarizzazione, appunto, le fasi paiono ben definite: una volta concluso l’iter amministrativo ci sarà  la firma del contratto con la ditta Forti (entro novembre, dichiara la Olt) e, infine, la progettazione esecutiva, che si stima durerà altri due mesi. Poi si proseguirà coi lavori veri e propri.