Realizzata da Csai a km zero, è la prima nel suo genere in Italia

Big data per la qualità dell’aria: nel Valdarno un’app contro i cattivi odori

Tramite Claim-app i cittadini possono inviare segnalazioni in modo diretto alle autorità competenti

[1 giugno 2016]

claim app

Presentato a Terranuova Bracciolini (AR) un innovativo sistema per segnalare la presenza di cattivi odori sul territorio valdarnese: Csai Spa ha realizzato, su mandato dell’amministrazione comunale Terranuova Bracciolini e in collaborazione con Arpat e il Comune di San Giovanni Valdarno (AR), un’applicazione per smartphone e tablet che mira a coinvolgere e informare il più possibile i cittadini nella gestione del disagio, segnalandolo direttamente alle autorità competenti. Il servizio, completamente gratuito, si chiama Claim-app e può essere attivato da tutti i possessori di dispositivi portatili che utilizzano il sistema operativo iOs o Android.

Alla presentazione alla stampa erano presenti il sindaco di Terranuova Bracciolini, Sergio Chienni, il sindaco di San Giovanni Valdarno, Maurizio Viligiardi, il presidente di Csai Spa, Emanuele Cerri e il responsabile della software house Settore8, Andrea Sansoni, i quali hanno illustrato gli obiettivi e le modalità di funzionamento del programma. Assente giustificato Arpat, che per impegni sopraggiunti non ha potuto garantire la presenza.

L’applicazione può essere scaricata da Apple store o da Google play e permette, previa registrazione, di inviare una segnalazione in tempo reale sulla presenza di molestie olfattive di vario genere e con diverse gradazioni di percezione. L’utente sarà georeferenziato e quindi alle autorità competenti sarà possibile individuare tempestivamente l’ora, il luogo preciso, la tipologia di odore segnalato e la sua intensità, limitando in questo modo il problema, riscontrato con le precedenti modalità di segnalazione, di gestire comunicazioni non sufficientemente complete e/o imprecise.

La segnalazione viene registrata e archiviata in uno specifico data-base, nel pieno e rigoroso rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali e le informazioni potranno essere agevolmente confrontate e analizzate, in quanto rese omogenee e funzionali anche per le gestione informatizzata. L’altro aspetto particolarmente importante che questa applicazione consente, è il fatto che tutte le segnalazioni vengono restituite al pubblico entro le 24 ore, attraverso un’interfaccia grafica visitabile via web sul sito www.claimapp.it ai fini della massima trasparenza e pubblicità dell’iniziativa.

L’applicazione è stata sviluppata da una software house del territorio, la Settore8 Srl di Terranuova Bracciolini, che ha studiato un’app completamente innovativa e originale, la prima nel suo genere in Italia. Il servizio è stato già testato e collaudato ed è pienamente operativo ma è previsto un ulteriore periodo di prova di tre mesi per verificare possibili miglioramenti e integrazioni, che solo il largo e diffuso utilizzo può eventualmente evidenziare.

Per circoscrivere l’area di segnalazione ed impedire invii non pertinenti (afferenti, ad esempio, a disturbi olfattivi percepiti al di fuori dei comuni interessati) è stato fissato un raggio d’azione di 5 km di copertura del servizio, che avrà il suo fulcro presso il polo impiantistico di Podere Rota. Ma oltre ai cattivi odori legati al ciclo dei rifiuti, l’app consente anche di evidenziare molestie olfattive legate ai cicli industriali o alla combustione, al fine di avere un quadro più completo dei disagi eventualmente percepiti nel territorio interessato.

Per accedere al servizio occorre quindi scaricare l’App con il proprio dispositivo portatile, registrandosi e seguendo tutte le indicazioni riportate. La registrazione è necessaria solo al primo accesso, al fine di convalidare la password e il codice utente, dopodiché il dispositivo è abilitato al servizio e le volte successive, per inviare la segnalazione, viene riconosciuto automaticamente, senza ripetere l’iscrizione. Le procedure di attivazione e di gestione dell’App sono estremamente facili e intuitive ed in pochi secondi si potrà segnalare il cattivo odore a chi di competenza, 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Questo sistema andrà ad integrare, ma non sostituire, il quotidiano servizio di monitoraggio dei cattivi odori predisposto da Csai Spa e non esclude la possibilità, per i cittadini, di effettuare comunque esposti e comunicazioni con altri mezzi alle autorità competenti e/o di controllo, ma consentirà tuttavia di effettuare in tempo reale ed in modo corretto la segnalazioni, soprattutto rendendole trasparenti e pubbliche, sollevando in particolare l’Osservatorio sulla discarica di Podere Rota dalla errata gestione delle segnalazioni, risultata in contrasto con la normativa sulla privacy.

Per garantire la massima informazione e diffusione del servizio, Csai Spa attiverà nei prossimi giorni una specifica campagna pubblicitaria sui principali mezzi di informazione locali (TV, quotidiani e testate giornalistiche online) oltre che rendere direttamente accessibile dal proprio sito internet il collegamento al servizio.

di Aldo Ferretti