Denso, l’Ue approva una nuova tecnologia per ridurre le emissioni di CO2 delle auto

[9 dicembre 2015]

co2 auto

L’Ue ha approvato l’alternatore efficiente Denso come tecnologia innovativa per la riduzione delle emissioni di CO2 delle autovetture: la relativa decisione è pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea di ieri. L’innovazione ecocompatibile riguarda l’alternatore efficiente della classe di uscita di potenza da 100 A a 250 A ed è destinata a essere utilizzato nei veicoli di categoria M1, ossia nei veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente.

Il 10 marzo 2015 il fornitore Denso Corporation ha inoltrato una richiesta di approvazione della sua seconda tecnologia innovativa appunto l’alternatore efficiente Denso della classe di uscita di potenza da 100 A a 250 A. Ha dimostrato che l’alternatore ad alta efficienza non supera il 3 % nelle autovetture nuove immatricolate nel corso dell’anno di riferimento (2009). Ha fornito un metodo di prova per accertare la riduzione di CO2 comprendente formule conformi a quelle indicate nelle linee guida tecniche per un approccio semplificato agli alternatori efficienti.

La Commissione ha valutato la domanda conforme ai parametri richiesti e alle linee guida per la preparazione di richieste di approvazione di tecnologie innovative. Ha ritenuto che il metodo di prova possa fornire risultati verificabili, ripetibili e confrontabili, accertando in maniera realistica, e sulla base di validi dati statistici, la riduzione delle emissioni di CO2 per effetto della tecnologia innovativa. E ha ritenuto che il richiedente abbia dimostrato in modo soddisfacente che la riduzione delle emissioni ottenuta con la tecnologia innovativa è almeno pari a 1 g di CO2/km.

Quindi qualsiasi produttore che intenda beneficiare di una riduzione delle sue emissioni specifiche medie di CO2 al fine di soddisfare l’obiettivo relativo alle emissioni specifiche attraverso una riduzione delle emissioni di CO2 realizzata attraverso l’uso della tecnologia innovativa approvata dalla presente decisione deve fare riferimento alla decisione nella sua domanda di scheda di omologazione CE per i veicoli interessati.

Con l’approvazione dell’alternatore Denso aumenta il numero delle tecnologie innovative a disposizione per ridurre l’inquinamento di CO2 delle auto. Non esistendo un’unica tecnologia che può risolvere il problema dell’inquinamento, quella in questione – unita ad altre – può però ontribuire a raggiungere livelli di efficienza elevati e portano a livelli di emissioni contenuti.

E’ il regolamento del 2009 che prevede la possibilità di presentare e utilizzare nuove tecnologie per la ridurre l’emissione di CO2. Il regolamento, infatti, definisce i livelli di prestazione in materia di emissioni delle autovetture nuove nell’ambito dell’approccio comunitario integrato finalizzato a ridurre le emissioni di CO2 dei veicoli leggeri.

Scopo del regolamento è incentivare l’industria automobilistica ad investire nelle nuove tecnologie. Ecco perché promuove attivamente l’innovazione ecocompatibile e tiene conto della futura evoluzione tecnologica. Le tecnologie di propulsione innovative, infatti, hanno emissioni significativamente più basse di quelle delle autovetture tradizionali.

In tal modo si cerca di promuove la competitività a lungo termine dell’industria europea e si cerca di creare un maggior numero di posti di lavoro qualificati. E si cerca inoltre di accelerare e agevolare, su base provvisoria, la procedura d’introduzione sul mercato comunitario di veicoli a emissioni di carbonio estremamente ridotte nelle fasi iniziali della loro commercializzazione.