Ispra, il nuovo direttore è Alessandro Bratti. Realacci: «Ottima notizia»

Deputato PD e presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti

[9 novembre 2017]

Su proposta del presidente, il consiglio di amministrazione dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra)  ha deliberato la nomina a direttore di  Alessandro Bratti, deputato del PD. L’Ispra ne traccia un breve profilo: «Laureato con lode in Scienze Agrarie presso l’Università di Bologna, dottorato di ricerca in Entomologia agraria ha svolto attività di insegnamento e di ricerca presso l’Università di Ferrara. Nel febbraio 2006 viene chiamato a ricoprire il ruolo di Direttore generale di Arpa Emilia-Romagna. Attualmente è membro della VIII Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera e da settembre 2014 presiede la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati».

Il presidente della Commssione ambiente della Camera, Ernmete Realacci formula «I migliori auguri di buon lavoro ad Alessandro Bratti appena nominato nuovo direttore dell’Ispra. Sandro è una persona di grande competenza e sensibilità. Abbiamo intensamente lavorato insieme in tanti importanti passaggi legislativi, a cominciare dalla legge sugli ecoreati e dalla riforma delle Agenzie ambientali. La sua nomina è un’ottima notizia per l’ambiente e per un’Italia che affronta le sfide del futuro puntando su un’economia più pulita e per questo più innovativa e competitiva. C’è molto da fare».