L’elettrosmog ci segue anche in casa: consigli per Adsl e wi-fi sicuri

[23 aprile 2014]

Sugli effetti nocivi dell’elettrosmog si è sentito parlare molto, ma non c’è molta chiarezza sulle possibili fonti di inquinamento “domestico” che sono anche quelle che interessano più da vicino i consumatori. In particolare si sono sollevate forme di allarmismo anche sulle connessioni ADSL, sulla scia degli studi scientifici che hanno messo in evidenza la pericolosità dei cellulari, soprattutto se non debitamente schermati.

La sicurezza dell’Adsl dipende dalla tecnologia del router

Oggi ci sono router ed amplificatori di segnale adatti a tutte le varie esigenze. I modem non sono nocivi di per sé, per cui non c’è nessun rischio collegato direttamente all’Adsl, ma ci possono essere dei dubbi per quanto riguarda le offerte Adsl che sfruttano router dotati di wi-fi, dal momento che inevitabilmente bisogna ricorrere all’emissione di onde elettromagnetiche per consentire la comunicazione tra i diversi apparecchi. Va però detto che le onde elettromagnetiche emesse dai router wi-fi sono tra le meno pericolose per la salute, dato che appartengono a quelle ad alta frequenza (le più pericolose sono quelle a bassa frequenza). Ciò non toglie che è bene non abusarne, o limitarne gli effetti.

Consigli pratici per connessioni Adsl wi-fi in tutta sicurezza

Per prima cosa bisogna ridurre il numero di apparecchi che funzionano emettendo onde elettromagnetiche per cui, se si può evitare, bisogna non utilizzare (almeno nella stessa stanza) anche cordless, e ridurre il numero di apparecchi che usano il wi-fi (a tale scopo si possono usare gli adattatori Adsl). Inoltre se si sta decidendo quale tipo di router usare, bisognerebbe preferire quelli che usano tecnologia  DECT (da combinare con l’impiego di multiprese). Ovviamente la possibilità di installare il router a distanza rispetto alle posizioni in cui verranno utilizzati gli apparecchi che ricevono il segnale, è la soluzione migliore (magari a soffitto anziché a parete). E’ meglio anche usare un router potente piuttosto che amplificare il segnale tramite gli appositi amplificatori. Infine non bisognerebbe installare il modem con wi-fi nelle vicinanze dei microonde (nemmeno nel caso di parete a parete), sia per una eccessiva concentrazione delle onde elettromagnetiche stesse, sia perché il funzionamento della connessione verrebbe compromesso.

(Publiredazionale)