Il Queensland vieta la gassificazione sotterranea del carbone, troppi rischi ambientali

Il bando arriva dopo il rinvio a giudizio di Linc Energy per gravi danni ambientali

[21 aprile 2016]

gassificazione sotterranea del carbone

Sostenendo che i rischi ambientali superano i benefici economici, il governo dello Stato australiano del Queensland ha vietato con effetto immediato la gassificazione sotterranea  del carbone (underground coal gasification –  UCG), un controverso processo utilizzato per convertire il carbone in gas,.

A differenza di fracking, che prevede il pompaggio di fluidi nei giacimenti di carbone per provocare delle fratturazioni e poi estrarre gas, la gassificazione sotterranea del carbone si svolge interamente sotto la superficie e solleva grandi preoccupazioni per la contaminazione dell’acqua e per le emissioni di gas serra.

Il ministro delle risorse naturali del Queensland, Anthony Lynham, ha detto che il divieto, che viene applicato immediatamente come decreto governativo, sarà adottato ufficialmente entro la fine dell’anno con una legge approvata dal Parlamento.

La Carbon Energy, una delle compagnie UCG australiane, ha dichiarato di aver speso in 8 anni più di 115 milioni di dollari per sviluppare la tecnologia UCG nel Queensland e che sta considerando  come opporsi al divieto. La compagnia, il cui titolo è calato fortemente in borsa, ha asserito di aver superato tutti i test ambientale e scientifici ai quali è stata sottoposta nel corso degli ultimi anni. Ma il divieto del Queensland è arrivato dopo che la Linc Energy, una compagnia di Singapore leader del settore UCG che opera in Australia, è andata in voluntary administration ed è stata recentemente rinviata a giudizio dal tribunale distrettuale con 5 capi di accusa per aver causato intenzionalmente e illecitamente gravi danni ambientali a causa di una fuga di gas in uno dei suoi impianti pilota UCG che ha intossicato 4 lavoratori.

I fautori dell’UCG dicono che il processo è più sicuro di quelli tradizionali, in quanto non c’è nessun deposito in superficie delle ceneri di carbone ed emissione in atmosfera, mentre i detrattori evidenziano la contaminazione delle falde acquifere e livelli di gas serra maggiori di quelli che emette l’estrazione di  gas.

Lynham  ha detto che «I potenziali rischi per l’ambiente del Queensland e le nostre industrie agricole di pregio superano i potenziali benefici economici per questa particolare industria. I tre siti di test del Queensland, tra cui il sito di Linc Energy ad Hopeland nella parte occidentale Darling Downs, ora saranno smantellati. Anche se il programma pilota è stato un fallimento e se l’industria non operasse più nello Stato, non c’era una legge che la vietasse. Dobbiamo inviare un messaggio chiaro … che questa industria qui nel Queensland non ha avuto successo.  Questo è un ragionevole passo avanti del governo del Queensland ed è un ragionevole passo sensato in avanti per il settore delle risorse».

In Australia, un progetto pilota UCG di Cougar Energy era già stato chiuso nel 2010 dopo che era stato trovato benzene nei pozzi d’acqua nelle vicinanze, mentre Carbon Energy ha dovuto smantellare e bonificare un sito a Bloodwood Creek vicino Dalby. In Gran Bretagna, il Galles a marzo ha approvato una moratoria sull’UCG che fa parte di un approccio precauzionale allo sviluppo di risorse non convenzionali di petrolio e gas, che comprende il divieto di fracking.

Il ministro dell’ambiente del Queensland , Steven Miles, ha detto di aver visto in prima persona «quanto i residenti dell’Hopeland avevano sofferto a causa degli effetti dell’ UCG. Quello che abbiamo nell’Hopeland, nei pressi di Chinchilla, è probabilmente il più grande evento di inquinamento nella storia del Queensland. Certamente è la più grande indagine ed accusa sull’inquinamento nella storia del Queensland.”

Drew Hutton, il president della  Lock the Gate Allianc, lotta da almeno 6 anni perché il governo del Queensland metta al bando l’UCG: «Gli impatti sulla comunità Hopeland mostrano il perché, hanno avuto la gassificazione sotterranea  del carbone, che ha riversato gas velenosi per tutta la loro terra per un lungo periodo di tempo. I loro terreni e la loro acqua che erano potenzialmente minacciati sono devastati. Questa è una delle migliori paesi  agricoli del Queensland,  quindi è stato solo stressato. Il governo ora deve  garantire che i terreni vengano riabilitati correttamente e resi sicuro.