Venezia, domani manifestazione contro il passaggio delle grandi navi

È la Settimana europea per la mobilità sostenibile ma a Venezia transiteranno 18 grandi navi nel fine settimana. L'assessore Bettin: «Saranno monitorati l'impatto acustico e le emissioni»

[20 settembre 2013]

Tornano a manifestare a Venezia, comitati e associazioni ambientaliste che si battono contro il passaggio delle grandi navi da crociera di fronte al centro storico tra i più visitati al mondo.

L’appuntamento è per domani pomeriggio (ore 14,30) alle Zattere, lungo il Canale della Giudecca che confluisce in Bacino San Marco. La data non è scelta a caso: siamo nella Settimana europea per la mobilità sostenibile (inclusa quella per vie d’acqua) a cui ha aderito anche il comune di Venezia. Ma in questo caso di sostenibile sinceramente c’è ben poco. Inoltre, secondo quanto comunica il Comitato “No grandi Navi”, la Venezia Terminal Passeggeri e le compagnie armatoriali hanno predisposto per domani l’arrivo e la partenza di ben 13 navi di stazza varia.

«La soluzione del problema grandi navi non è quello perseguito dal Governo di scavare devastanti canali in laguna o di spostare il terminal croceristico qua o là nel cuore di un ambiente delicatissimo e densamente urbanizzato, aggravando il rischio di incidenti», dichiarano dal Comitato “No grandi Navi”, «ma di lasciare fuori dalle bocche di porto tutte le navi che siano incompatibili con la sicurezza della città, la salute dei cittadini, la salvaguardia della laguna. Si applichi immediatamente il decreto Clini – Passera e poi si progetti un nuovo modello di portualità. Invitiamo le autorità competenti (Arpav, Comune, Ulss) a utilizzare l’inaccettabile contingenza del 21 per rilevare sul campo con centraline mobili i dati dell’inquinamento e a verificare gli effetti idrodinamici del passaggio delle grandi navi in città e in laguna».

Il Comitato invita i cittadini a mobilitarsi e intanto raccoglie l’adesione di qualche vip. Il primo a protestare pubblicamente è Adriano Celentano, che oggi in una pagina acquistata sul quotidiano il Corriere della Sera scrive: «Domani non sarà un bel giorno per il nostro Paese, anche se ci sarà il sole. Con l’ignobile sfilata delle 13 navi in laguna a Venezia, si celebra l’Eterno Funerale delle bellezze del mondo».

Una prima risposta alle mobilitazioni arriva dall’assessore comunale all’ambiente Gianfranco Bettin, che ha dichiarato che sarà monitorato l’impatto acustico e le emissioni delle grandi navi che in questo fine settimana transiteranno per il bacino di san Marco a Venezia. «Nel prossimo fine settimana – dice Bettin – ci saranno 16 navi in arrivo che poi ripartiranno insieme ad altre 2 già presenti, per un totale di 18 navi, equivalenti a 36 transiti in bacino: un numero esorbitante, che determina giustamente preoccupazione nei cittadini».