Lago di Chiusi, un successo per l’ambiente: inaugurato il depuratore di Pian delle Torri

[28 ottobre 2013]

E’ stato inaugurato il depuratore di Pian delle Torri a Chiusi, che permetterà di far arrivare al lago acque reflue trattate. Dal punto di vista tecnico l’impianto può servire potenzialmente circa 12.000 abitanti equivalenti. Al momento però potrà ricevere gli scarichi di Chiusi città, e successivamente saranno collegati anche gli agglomerati urbani di Chiusi Scalo, Montallese e della sponda umbra del Lago di Chiusi.

Da un lato, il depuratore offrirà un importante servizio alla cittadinanza del comune di Chiusi e dall’altro andrà a sanare una situazione di scarichi liberi, tutelando un’area di pregio quale quella lacustre. Oltre al depuratore, sono stati realizzati e messi in posa circa 20 km di nuova fognatura, che serviranno a condurre gli scarichi all’impianto, e 11 nuovi sollevamenti fognari, per far funzionare tutto il processo.

«Per Chiusi questa è senza dubbio una delle inaugurazioni più importanti nella storia del nostro comune– ha dichiarato il sindaco Stefano Scaramelli-. Siamo soddisfatti di essere riusciti a mantenere la parola data ai cittadini, avevamo promesso che a metà del nostro mandato il depuratore sarebbe stato funzionante e ce l’abbiamo fatta. Siamo stati determinati è stato un iter lungo perché abbiamo dovuto mettere le mani al progetto e cambiarlo, ma tutta la fatica ed il tempo speso è stato doveroso proprio per l’impegno preso con i cittadini. Per Chiusi avere un depuratore di questa portata è molto importante perché in questo modo la città può ambire a crescere».

L’impianto di “Pian delle Torri”, oltre ad una prima fase “tradizionale” di depurazione, prevede anche una fase finale di affinamento dei reflui attraverso la fitodepurazione, ad ulteriore garanzia di salvaguardia ambientale.

Sono inoltre presenti vasche di “prima pioggia” che hanno la funzione di raccogliere e depurare le acque provenienti dalle fognature stradali, notoriamente molto inquinate, che in questo modo verranno trattate prima di essere restituite all’ambiente.