L’Europa del sud brucia, ma l’Italia di più: in nessun altro Stato tanti incendi

Sono 371 negli ultimi 90 giorni, 72.039 gli ettari di bosco andati in fumo

[8 agosto 2017]

Ieri, dall’Unione europea è arrivato un aiuto concreto contro gli incendi che continuano a devastare l’Italia: dalla Francia sono decollati 3 aeromobili – 2 Canadair e 1 aereo da ricognizione –  in seguito a una richiesta di assistenza arrivata da parte del nostro Paese. È già la seconda volta, in quest’estate, che l’Italia ha attivato il meccanismo di protezione civile dell’Ue per gli incendi boschivi. E potrebbe non essere l’ultimo.

Secondo di dati forniti dal Centro di coordinamento di risposta all’emergenza dell’Ue (l’Ercc), aggiornati al 27 luglio, l’Italia registra uno sgradito primato per quanto riguarda gli incendi: in nessun altro Stato d’Europa sono scoppiati tanti roghi come da noi, 371. Il secondo Paese in questa particolare classifica è il Montenegro, dove però gli incendi documentati sono “appena” 43.

A passarsela peggio è solo il Portogallo, dove il numero di incendi è relativamente basso (42), ma la superficie boschiva andata a fuoco enorme: 115.323 ettari in fumo, contro i 72.039 dell’Italia (o i 9.585 della Francia).