L’Istituto Nazionale di Economia Agraria ha un nuovo commissario straordinario

[9 gennaio 2014]

Il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali  ha nominato Giovanni Cannata (nella foto) Commissario straordinario dell’Istituto Nazionale di Economia Agraria (Inea), un importante presidio di ricerca e sviluppo delle risorse agricole, un ente pubblico di ricerca sottoposto alla vigilanza del Ministero.

A Cannata sono subito arrivate le congratulazioni del presidente nazionale di Legambiente , Vittorio Cogliati Dezza, che ha sottolineato: «Cannata con la sua lunga esperienza nel campo della pianificazione territoriale e della salvaguardia e valorizzazione delle risorse naturali  rappresenta un’occasione preziosa per vivificare il dibattito sul ruolo centrale di un’agricoltura sostenibile e di qualità quale volano di ripresa economica dalla crisi».

E’ molto soddisfatta anche Mariassunta Libertucci,  presidente di Legambiente Molise, «Il professor Giovanni Cannata durante il suo impegno in terra molisana ha sempre appoggiato la battaglia legambientina sull’istituzione del Parco del Matese ed è stato al fianco dell’associazione non facendo mai mancare il suo appoggio e la sua disponibilità a tante iniziative che nel corso degli anni si sono susseguite, dalla campagna per l’acqua pubblica, a quella contro il nucleare, di questo gli siamo molto grati e riconoscenti».

Anche Giuseppe Faioli, presidente del Circolo Eugenio Cirese di Legambiente del quale Cannata è socio, si unisce al resto dell’associazione: «Del professor Cannata conosciamo la determinazione e la generosità oltre che la grande lungimiranza siamo certi che potremo ancora contare sulla sua guida su tanti temi rilevanti anche per lo sviluppo del Molise».