L’Italia delle rinnovabili in festa a Roma il 26 ottobre

[21 ottobre 2013]

Il 26 ottobre, dalle 10.00 del mattino, i Fori Imperiali a Roma ospiteranno stand di associazioni e aziende italiane delle rinnovabili, prodotti biologici e sostenibili, laboratori di ogni tipo per bambini e ragazzi, ciclofficine, piste per go-kart a pedali e tanto altro ancora.

A promuovere la manifestazione/festa sono (per ora) Legambiente, Wwf, Greenpeace, Kyoto Club. Con l’adesione di AiabAcli, Aiel, Arci, Anev, Anter, Assieme, Assorinnovabili, Ater, Cepes, Chimica Verde, Cia, Cib, Cobat, Cts, Energia felice, Federparchi, Fiom, Focsiv, Fondazione campagna amica, Fondazione per il sud, Fondazione Symbola, Forum terzo settore, Giga, Itabia, Libera, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Msa, Pro natura, Rete mobilità nuova, Roma Natura, Runerer Italia, #salvaiciclisti,Si alle rinnovabili No al nucleare, Touring club, Uisp, che dicono «Saremo in piazza per un futuro energetico italiano incentrato sulle fonti rinnovabili e l’efficienza. Perché la rivoluzione energetica iniziata in questi anni, con oltre 600mila impianti distribuiti nel nostro Paese e oltre il 30% dei fabbisogni elettrici soddisfatti, non deve essere fermata. Perché oggi è possibile ridurre fortemente la dipendenza dalle fonti fossili, che fanno male alla salute delle persone, danneggiano l’ambiente e aggravano la crisi economica. E perché è qui l’interesse dell’Italia e di tutti i cittadini, e l’unica prospettiva di sviluppo che permette di fermare i cambiamenti climatici, ridurre la povertà e garantire la pace. Tutti in piazza per reagire a un attacco portato alle fonti rinnovabili da parte di chi vorrebbe fermarle per tenere in vita inquinanti centrali a carbone e a olio combustibile che, ennesima ingiustizia, beneficiano persino di miliardi di Euro presi in bolletta o dalla fiscalità generale».

Quindi sabato 26 ottobre l’Italia rinnovabile si incontra a Roma per chiedere un cambiamento concreto, «Perché deve essere più facile per le persone e i condomini realizzare interventi energetici, perché va eliminata la burocrazia e garantita la legalità, eliminando ogni tipo di infiltrazione mafiosa e criminale nel settore; perché vogliamo una strategia energetica nazionale lungimirante in grado di liberare il paese dai combustibili fossili e di posizionarlo all’avanguardia nell’innovazione e diffusione delle energie pulite».

Ci saranno anche due laboratorio energetico per le famiglie sul risparmio energetico in casa: alle 12,00, Liberarsi dalle bollette con il solare; alle 15:00, Tutti in classe A, l’efficienza energetica in edilizia

Fitto il programma degli incontri allo spazio dibattiti:

Ore 10:30 –  Il futuro dell’energia: autoproduzione, efficienza, smart grid, ricerca, impianti rinnovabili distribuiti e territorio. Dibattito con associazioni e esperti del settore, partecipa Andrea Orlandoministro dell’ambiente.

Ore 12:30 – Greenbuilding: come innovare l’edilizia italiana Il ruolo centrale dell’edificio e della città nel futuro energetico. Interventi di Ance, Anci, Cna, operatori e professionisti, esperienze virtuose.

Ore 14:30 – Pillole di energia Storie dell’Italia che cambia con la generazione distribuita, pulita, efficiente. Interventi selezionati di Sindaci, aziende, cittadini, esperienze di successo. Coordina Sergio Ferraris (Qualenergia)

Ore 17:00 – La mobilità nuova Pedoni, pedali e pendolari verso consumi energetici zero. Dibattito con associazioni e esperti del settore, cittadini e comitati.