Matese: sì al Parco Nazionale dagli Stati Generali. L’area protetta istituita nei prossimi mesi?

Legambiente lancia il manifesto per il Parco e dice sì ad un approfondimento tecnico

[7 dicembre 2014]

E’ stata accolta da tutti gli intervenuti la proposta di Legambiente di istituire il Parco Nazionale su entrambi i versanti del massiccio del Matese, che inglobi in un’unica area l’attuale parco regionale del versante campano e le aree della rete Natura 2000 ricadenti nel versante molisano. Durante l’incontro conclusivo degli Stati Generali del Matese, organizzati stamane da Legambiente a Ripa dei forti a Santa Maria del Molise(Is), ha partecipato anche il senatore  Roberto Ruta, che ha proposto all’associazione ambientalista un percorso condiviso, da effettuare tra dicembre e gennaio, su tutte le problematiche relative al perimetro e alle misure di tutela per la conservazione del patrimonio naturale. Proponendo un modello di sviluppo sostenibile e che guarda con fiducia alla green economy.

«Sono disponibile ad impegnarmi per definire i tempi e le modalità per realizzare al più presto il progetto del Parco Nazionale del Matese- ha dichiarato il senatore Ruta –  Nei prossimi mesi organizzeremo una serie di incontri  con Legambiente, l’Università degli Studi del Molise e con i portatori  di interesse proprio per approfondire, sia dal punto di vista tecnico-scientifico che dal punto di vista amministrativo ed economico, le strategie da adottare».

In questa giornata l’associazione ambientalista ha presentato una proposta di perimetrazione che include sia  le aree matesine molisane, già riconosciute dalla Dir. Habitat (92/43 CEE), che il Parco Regionale del Matese, già istituito nel territorio campano. Tale ipotesi è provvisoria   e sarà sottoposta, in seguito all’approfondimento tecnico,  a miglioramenti al fine garantire una perimetrazione condivisa dalle amministrazione locali e dalle associazioni interessate alla realizzazione del Parco Nazionale del Matese.

Si conclude così la serie di incontri, organizzati da Legambiente nell’ultimo mese, volti a raccogliere i punti di vista  degli stakeholders dell’area matesina  che hanno portato alla nascita di un documento che raccoglie la sintesi delle motivazione favorevoli  all’istituzione del parco.

«Accogliamo con entusiasmo la proposta del senatore Roberto Ruta – hanno dichiarato Legambiente Molise e Antonio Nicoletti, responsabile aree protette e biodiversità di Legambiente – siamo pronti per la Conferenza regionale, organizzata dai rappresentanti dei territori del Molise e della Campania insieme a  Legambiente, dibattendo pubblicamente con tutta la società matesina le ragioni per cui è importante dire si al Parco nazionale. Una sfida che accettiamo volentieri perché coincide con gli obiettivi che stanno alla base del percorso che abbiamo voluto sperimentare con gli Stati Generali del Matese, e perché non abbiamo paura di confrontarci con discussioni concrete, coinvolgendo  i sindaci ed i cittadini interessati».

 

Michele D’Amico