In cambio l'Uruguay accede alla miniere boliviane. Collaborazione tecnica e scientifica

Accordo tra “Pepe” Mujica ed Evo Morales: la Bolivia avrà un porto sull’Atlantico

L'ultimo atto del presidente più povero e amato del mondo. Il Primo marzo si insedia Tabaré Vázquez

[26 febbraio 2015]

Il presidente della Bolivia Evo Morales e quello uscente dell’Uruguay José Mujica oggi assisteranno alla firma di diversi accordi  di cooperazione che riguardano soprattutto il settore minerario e l’accesso della Bolivia, che non ha sbocco al mare, ad un porto in acque profonde sulla costa atlantica dell’Uruguay.

Morales è in visita a Montevideo proprio per partecipare all’insediamento del nuovo presidente dell’Uruguay, Tabaré Vázquez, che avverrà il primo marzo. Sarà l’occasione per il primo ministro uruguayano, Luís Almagro, e per quello boliviano, David Choquehuanca, per sottoscrivere accordi che comprendono la cooperazione tecnica e scientifica e per la geologia mineraria, così come un impegno per eliminare la discriminazione razziale ed etnica e promuovere l’uguaglianza.

Morales parteciperà alla sessione straordinaria del Comitato dei rappresentanti dell’Asociación Latinoamericana de Integración (Aladi) che gli conferirà la medaglia dell’integrazione. L’Uruguay e la Bolivia in un recente summit dell’Aladi hanno chiesto che il Cile rispetti il Tratado del 1904 che prevedeva che alla Bolivia fosse assicurato l’accesso al mare, come aveva riconosciuto anche Salvador Allende prima che il suo governo di sinistra venisse rovesciato dal sanguinario golpe fascista di Augusto Pinochet.

Tra l’indio andino Morales e l’ex guerrigliero Tupamaros Mujca, il presidente più povero e più amato del mondo, c’è un’evidente simpatia: l’Agencia Boliviana de Noticias ha ricordato che i rapporti  tra Bolivia ed Uruguay sono diventate strategiche nel 2010 quando “Pepe” Mujica è diventato il presidente dell’Uruguay e l’ambasciatore dell’Uruguay in Bolivia, Carlos Flanagan, sottolinea che la prima visita di Mujica  all’estero è stata il 10 luglio del 2010 proprio in Bolivia, «più precisamente a Cochabamba ed ora termina questo quinquennio tanto importante, la realizzazione per il Paese, giusto tre giorni prima di lasciare il governo, con la sua ultima attività importante che sarà con il suo collega ed amico Evo Morales».

Il memorandum d’intesa che firmeranno Morales e Mujica realizza un sogno dei boliviani: l’accesso ad un grande porto che l’Uruguay costruirà nel dipartimento di Rocha, ma i due Paesi cominceranno anche a discutere dell’idrovia che, attraverso il Rio de La Plata porterà le merci che arriveranno nel porto atlantico fino al cuore andino del sub-continente sudamericano.