Ferrovie, Regione Toscana: una Caporetto per Trenitalia

[10 dicembre 2013]

Secondo blitz del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi (Nella foto), sulle tratte ferroviarie locali per verificare l’efficienza del servizio di Trenitalia. Rossi questa mattina, si è presentato alla stazione di Pistoia, accompagnato dall’assessore regionale alla mobilità, Vincenzo Ceccarelli per prendere il treno in partenza alle 7.50 per Firenze Santa Maria Novella. Ma dopo un’inutile attesa, è stato comunicato che il treno era soppresso. Come decine e decine di altri pendolari, l’obiettivo di Rossi e Ceccarelli è diventato allora quello di prendere il primo treno utile che, proveniente da Lucca o da Viareggio, arrivasse a Pistoia diretto a Firenze. I due amministratori  sono saliti sul treno 3025, che doveva  partire alle 7.32 ma lo ha fatto invece alle 8.50, con ben 78 minuti di ritardo. Si è trattato di un Vivalto, un treno a due piani su cui i tanti viaggiatori in attesa sono comunque riusciti a trovare posto a sedere. Ma i disagi non sono finiti, dato che a causa di un guasto all’impianto di riscaldamento il termometro a bordo segnava 14 gradi, non proprio una temperatura confortevole. Inoltre anche una toilette era fuori servizio…

«Arrivato a Firenze raffreddato come un ghiacciolo e con oltre 90 minuti di ritardo. Il servizio su questa linea è inaffidabile. Ho informato subito Moretti. Aspetto una risposta e soprattutto gli interventi necessari per migliorare la situazione. Vi terrò informati. Intanto continuerò a viaggiare sui treni dei pendolari» ha dichiarato si facebook Rossi.  Il blocco del treno partito da Lucca (fermato a Pescia per guasto al materiale rotabile) e che alle 7,50 da Pistoia doveva proseguire per Firenze, ha innescato un effetto domino su altri convogli che dalla costa erano diretti a Firenze (e viceversa) che hanno accumulato ritardi. Questo il quadro, riportato da Trenitalia: “a causa di difficoltà nella risoluzione del guasto continua ad essere rallentata la circolazione dei treni sulla linea Lucca – Firenze. Stanno maturando ritardo i treni: Regionale 3025 partito da Serravalle con + 70′ di ritardo, Reg 3029 + 40′; Reg 3039 + 30′ (per un temporaneo guasto al sistema nella stazione di Montecarlo); Reg 3040 + 60′. Inoltre sono stati adottati i seguenti provvedimenti: Treno 3046 soppresso da Pistoia a Lucca (attribuite fermate straordinarie al treno 3044); Treno 3027 soppresso da Pescia a destino (guasto al materiale rotabile) viaggiatori proseguono a bordo del treno 30292”.

Quindi non si sa quando il trasporto ferroviario su queste linee potrà tornare alla normalità in una giornata che la Regione ha definito una “Caporetto per Trenitalia”