Si è conclusa a Chioggia (VE) “Keep Clean and Ride”

Pedalare per sensibilizzare: oltre mille chilometri in bici contro l’abbandono dei rifiuti

[23 aprile 2018]

Oltre 1000 chilometri in bici contro il littering: si è conclusa a Chioggia Keep Clean and Ride 2018. In otto tappe l’eco-atleta Roberto Cavallo ha risalito lo Stivale per sensibilizzare sul tema dell’abbandono di rifiuti, incontrando Scuole, Associazioni e Comuni. Al suo fianco anche tanti testimonial d’eccezione

Dopo otto tappe e oltre mille chilometri percorsi, si è conclusa a Chioggia (VE) “Keep Clean and Ride” l’evento centrale italiano della campagna “Let’s Clean Up Europe!”. La manifestazione, giunta alla quarta edizione e nata per sensibilizzare sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti (littering), ha visto due eco-atleti – il divulgatore ambientale Roberto Cavallo, e il triatleta Roberto Menicucci – concludere la loro avventura sulla spiaggia di Chioggia, davanti a una folla di oltre trecento bambini delle scuole locali e di cittadini impegnati in un’azione di pulizia.

«L’obiettivo che ci eravamo prefissati fin dall’inizio per questa edizione di Keep Clean and Ride era quello di accendere ancora una volta i riflettori sul fenomeno del littering e dell’abbandono dei rifiuti, incentrando il percorso sugli ecosistemi montano e marino, consapevoli del fatto che il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Di rifiuti ne abbiamo trovati tanti, ma sinceramente pensavo peggio perché di grandi accumuli ne abbiamo incontrati pochi. Ogni rifiuto a terra è comunque troppo: se continuiamo così nel 2050 ci sarà più plastica che pesci nei nostri oceani, come dimostra una recente indagine di alcuni ricercatori statunitensi, che ha riscontrato tracce di plastica nell’83% di acque analizzate a conferma di come sia ormai entrata nella catena alimentare – ha affermato all’arrivo Roberto Cavallo – L’interesse riscosso nei media nazionali e locali, e la grande partecipazione di tantissime persone in tutti i Comuni che abbiamo attraversato, ci fa pensare che l’obiettivo di alzare l’attenzione su questo problema sia stato raggiunto. Infine, voglio sottolineare che attraversando l’Italia io e Roberto siamo rimasti sorpresi positivamente del gran numero di piste ciclabili che abbiamo incontrato: un bene per il nostro paese per una mobilità più sostenibile».

Cavallo e Menicucci, in otto tappe, hanno risalito lo Stivale attraversando sette Regioni del versante adriatico: Puglia, Abruzzo, Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto, percorrendo in bici circa mille chilometri, per un dislivello positivo totale di oltre 18 mila metri.