A Pisa nascerà lo smart campus del Cnr

[30 ottobre 2014]

Pannelli solari, sensori per i parcheggi, connessione ad internet superveloce, totem touch screen, bilanciamento e gestione dell’energia consumata e telecamere di sicurezza… cambierà così l’Area della ricerca del Cnr di San Cataldo. Le ipotesi progettuali verranno presentate il 31 ottobre  workshop “Verso lo smart campus”, nato dal progetto “Energia da Fonti Rinnovabili e Ict per la sostenibilità energetica” finanziato dal “Dipartimento di ingegneria, Ict e tecnologie per l’energia e i trasporti” del Cnr.

Nell’Area di San Cataldo sono ospitati anche i laboratori della Scuola Superiore Sant’Anna, dell’Enea e della Ericsson oltre ai reparti e gabinetti di analisi dell’Istituto di fisiologia clinica  e  Domenico Laforenza presidente dell’area della ricerca del Cnr di Pisa spiega che «“Il Cnr pisano è il più grande d’Italia con una superficie di 123mila metri quadrati, con tredici istituti su cui gravitano oltre duemila persone. Si tratta di una vera e propria piccola città e le soluzioni che adotteremo per rendere più vivibile la nostra Area potrebbero essere usate in altri contesti urbani».

Erina Ferro organizzatrice workshop “Verso lo smart campus” sottolinea che «Il progetto intende studiare e sperimentare un insieme coordinato di soluzioni innovative per rendere le città sostenibili da un punto di vista energetico/ambientale  e, per raggiungere questo obiettivo, il progetto si basa sull’uso diffuso ed estensivo di tecnologie  informatiche per la gestione avanzata dei flussi».

Il 31 ottobre, verrà anche presentato, in collaborazione con l’Università di Pisa, il primo master in Information communication technology  per smartcities. La giornata si concluderà con il volo del drone dell’area del Cnr di Pisa.