Produzione del vino senza emissione di CO2? Si può fare

[5 maggio 2014]

Produzione del vino senza emissione di CO2 in atmosfera è la nuova sfida dei quattro partner europei coinvolti nel progetto ZEWIPRO, acronimo di Zero Emissions Wine Production.

La Enco srl, società di consulenza in ricerca e innovazione, con sede a Napoli e uffici a Bruxelles e Rio de Janeiro, capofila del progetto, e AlgaeLink, azienda olandese leader nella produzione di fotobioreattori, sono impegnate nell’implementazione, presso le cantine partner “Fazi Battaglia”(Castelplanio, AN) e “Bodegas Solar Viejo de Laguardia” (Laguardia, Álava, Spagna), di un sistema innovativo per il recupero dell’anidride carbonica.

Il progetto, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito dell’iniziativa Eco-Innovation (tesa a sostenere la sperimentazione di soluzioni innovative a basso impatto ambientale) mira a riutilizzare la CO2 emessa durante i processi di fermentazione alcolica del vino per produrre biomassa microalgale da immettere sul mercato dei prodotti ad alto valore aggiunto. I settori target saranno il farmaceutico, il cosmetico, degli integratori alimentari e dei mangimi, immaginando di penetrare il promettente e strategico mercato dei biocarburanti, a sostegno del quale è impegnata l’Unione Europea.

Molteplici studi dimostrano che l’Europa è pronta per recuperare il gap in termini di produzione di carburante da fonte rinnovabile rispetto agli States, in cui l’uso di biodiesel è una realtà consolidata, grazie alla crescente capacità di bio raffinazione dei Paesi Ue.

Le proiezioni al 2020 sono incoraggianti anche per i settori degli integratori alimentari (con una quota di mercato che si attesterà al 48%), degli alimenti e bevande funzionali (42%), farmaceutico e chimico (10%), in cui la consapevolezza dei benefici per la salute derivanti del consumo di alghe è in continua espansione.

La capolfila del progetto, Enco s.r.l,. vanta un’esperienza pluridecennale nel settore dell’innovazione del tessuto microproduttivo (PMI), nella progettazione europea e nel project management, offrendo servizi di assistenza tecnica finalizzata alla ricerca e individuazione delle opportunità di finanziamento (call for proposals), alla creazione di partenariati transeuropei, all’analisi dei bisogni, redazione, sviluppo e rendicontazione dei progetti, assistendo i propri clienti i tutte le fasi del ciclo del progetto (PCM).

Nell’ambito del progetto la Enco è responsabile delle attività di disseminazione e di promozione commerciale del sistema proposto, partecipando a diversi eventi del settore, oltre alla diffusione delle pratiche innovative. La società, specializzata anche nella conduzione di ricerche di mercato, è impegnata nell’analisi del potenziale commerciale dei fotobioreattori, la tecnologia proposta da ZEWIPRO.

L’ambizione del Consorzio è di una diffusa applicazione della strategia proposta su tutto il territorio dell’UE, così da poter offrire un forte contributo alla mitigazione del surriscaldamento globale, alla transizione verso una società più sostenibile e dare nuova linfa alle cantine europee che potranno beneficiare di un’attraente opportunità commerciale.