Servizio civile obbligatorio (e retribuito) per ambiente e società: c’è la proposta di legge

Altro che naja. La pdl presentata da Realacci: «Una grande riforma civile per l’Italia»

[31 marzo 2014]

Per accompagnare le politiche di prevenzione, valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico e culturale e coesione ho presentato una proposta di legge per l’istituzione di un servizio civile di sei mesi obbligatorio per tutti, sia per i ragazzi che per le ragazze, finalizzato anche a servizi sociali, ambiente e protezione civile.

Una proposta che vuole essere una grande riforma civile per l’Italia, di cui è secondo firmatario Verini, che è già stata sottoscritta da numerosi parlamentari di diversi gruppi politici ed è aperta al sostegno di tutte le forze politiche. Pensare a un servizio civile obbligatorio da affiancare all’importante esperienza del servizio civile volontario significa, infatti, lavorare per la tenuta del tessuto sociale, per la crescita del senso civico nel Paese, per rafforzare le importanti esperienze di volontariato civile che l’Italia vanta.

Negli ultimi anni, solo per citare un caso, le associazioni di protezione civile hanno svolto un’opera sempre più importante di controllo e manutenzione del territorio, di informazione ai cittadini sulla mitigazione del rischio idrogeologico, e rappresentano un vero fiore all’occhiello del nostro Paese. Rafforzare questa idea di Italia significa costruire un futuro migliore per i nostri giovani».

Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera