All’Elba troppi rifiuti lungo le strade provinciali. Gli albergatori: «Le puliamo noi»

«La Provincia ha completamente abbandonato la gestione delle strade elbane»

[12 agosto 2015]

spiagge elba rifiuti 3

La pulizia delle strade e delle città è un problema nazionale. Non si contano gli appelli di personaggi famosi per chiamare a raccolta i cittadini affinché provvedano, autonomamente, a ripulire dalle carte e dalla inciviltà delle persone il proprio territorio.

L’Elba è un isola bellissima e fortunatamente migliore anche in questo aspetto. Infatti occorre dar merito alle Amministrazioni Comunali di avere fatto il possibile per rendere l’Isola pulita ed accogliente organizzando anche ottimi programmi e spettacoli per i turisti. L’Elba è, oggi, l’isola di moda e della moda, ben promossa durante il periodo invernale viene ora premiata dal buon andamento della stagione turistica.

Unica gravemente assente è la Provincia di Livorno. Questo Ente proprietario delle strade dorsali dell’Elba ha completamente abbandonato la gestione delle strade elbane che versano oggi in uno stato indecente con ai lati, purtroppo, molti rifiuti gettati dalle auto.

L’Associazione Albergatori, unitamente ad ESA, con il contributo determinante della Port Autorithy della Confcommercio, Fondazione Isola d’Elba, Conad ed Assoshipping, hanno organizzato, a partire da oggi, la pulizia di due tratti stradali: da Carpani a Porto Azzurro e da Carpani a Procchio in modo da sopperire alla grave mancanza di questo Ente, inutile e privo di responsabilità e lontano dai problemi del territorio. Queste organizzazioni si sono accollate un onere ed energie che dovevano spettare al pubblico.

Speriamo che questo sia un provvedimento una tantum che non si debba più ripetere. Ci resta da affrontare l’adozione con allestimento del verde e floreale delle rotatorie di Portoferraio, da anni anch’esse indecorose ed abbandonate.

 

Massimo de Ferrari

Presidente della Associazione Albergatori Elbani