Riceviamo e pubblichiamo

Ato Toscana Costa incontra i sindacati, per concordato Aamps e affidamento gestione rifiuti deadline a febbraio

[12 gennaio 2017]

Le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL, UIL insieme alle categorie FP Cgil, FIT-Cisl, Uilt e Fiadel, nella giornata di mercoledì 11 gennaio 2017 a Livorno, presso la sede dell’Autorità d’Ambito in via Cogorano, hanno incontrato il Direttore Franco Borchi.

Le Organizzazioni Sindacali hanno evidenziato forte preoccupazione in merito a scelte di espulsione del personale poste in essere dalle aziende, ritenendo tale atteggiamento contrario alle garanzie di cui all’Accordo sottoscritto con Ato Toscana Costa in data 3 luglio 2015 presso la Regione Toscana.

Nell’incontro sono state riconfermate le garanzie occupazionali di tutto il personale censito nonché in forza presso le Aziende al momento della sottoscrizione dell’Accordo sopracitato, prendendo atto delle motivazioni e della decisione assunta dal Direttore dell’Autorità di annullare la procedura di affidamento in corso, e di procedere all’indizione di nuova gara, per garantire la massima apertura al mercato.

Le Organizzazioni Sindacali ribadiscono che la modalità di affidamento che è stata deliberata dall’Assemblea dei Sindaci nel 2011 può sicuramente essere rivista, anche con gestione in house come alcuni Sindaci dichiarano alla stampa, ma è chiaro che la diversa modalità va posta in votazione nella sede opportuna e garantendo una celere conclusione della procedura, nel pubblico interesse a garanzia di un quadro occupazionale soddisfacente per oggi e per il futuro.

In questo senso valutano positivamente anche un’eventuale gestione condivisa della procedura di concordato nel Comune di Livorno che risulti coerente e rispettosa delle disposizioni di legge ed a condizione che essa risulti definita in tempi celeri e comunque compatibili con il programma stabilito dal Direttore con propri atti.

A quest’ultimo riguardo il direttore dell’Autorità d’Ambito ha riferito che il nuovo cronoprogramma prevede l’emissione del bando nel mese di febbraio p.v., con la contestuale richiesta delle offerte come previsto ai sensi di legge.

Pertanto, ogni diversa decisione sia rispetto alla modalità di affidamento, sia rispetto alle procedure concordatarie in corso dovrà necessariamente risultare definita entro il mese di febbraio 2017.

di ATO Toscana Costa