Al via il quarto open day alla Casa dell’ambiente

Economia circolare e carbon neutrality, dal 6 all’8 ottobre Siena capitale della sostenibilità

Fabbrini (Sienambiente): «Un’occasione di incontro con i cittadini ma anche un momento di confronto tra le aziende e le istituzioni sulle potenzialità di crescita e le prospettive di sviluppo»

[22 settembre 2017]

«Quest’anno abbiamo deciso di porre l’accento sulla correlazione tra benefici ambientali e riciclo portando nella Casa dell’ambiente le innovazioni, le migliori soluzioni tecnologiche e i progetti del nostro territorio, quello di Siena e più in generale quello toscano». Il presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini traccia così l’orizzonte del quarto open day della Casa dell’ambiente (in via Simone Martini, Siena), che si terrà quest’anno dal 6 all’8 ottobre: una formula di successo che si rinnova per illustrare al meglio le varie tematiche e gli aspetti legati al settore del riciclo, dell’economia circolare e delle buone pratiche di sostenibilità ambientale.

Il territorio senese ha molto da poter mostrare, sotto questo profilo. La Provincia rappresenta la prima area vasta in Europa – e probabilmente nel mondo – ad aver già tagliato l’importantissimo traguardo carbon free: in altre parole le emissioni di gas serra prodotte nel territorio vengono completamente compensate dalla capacità degli ecosistemi locali di assorbire CO2, grazie anche al contributo che arriva dalle eccellenze industriali presenti; non ultima quella di Sienambiente, che ha prodotto nel 2016 78.504 MWh di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico e biogas) e dalla frazione biodegradabile dei rifiuti (quanta ne basta per soddisfare i bisogni di 29mila cittadini, quasi un terzo di quelli residenti nella Provincia di Siena), evitando l’emissione in atmosfera di 26.700 tonnellate di CO2. Di questo testimonierà direttamente l’Alleanza per la carbon neutrality.

Per quanto riguarda invece la sostenibilità dei flussi di materia, alla Casa dell’ambiente cittadini, scolaresche e associazioni potranno toccare con mano (fino al 19 ottobre) i “frutti” della raccolta differenziata fatta dai cittadini della provincia di Siena e della Toscana grazie al Padiglione del Riciclo, una struttura completamente realizzata con prodotti riciclati: «Una prova tangibile – sottolinea Fabbrini – di quello che è possibile fare grazie alla filiera del riciclo».

«L’Open day è ormai un appuntamento consolidato – conclude il presidente di Sienambiente (nella foto) – un’occasione di incontro con i cittadini ma anche un momento di confronto tra le aziende e le istituzioni sulle potenzialità di crescita e le prospettive di sviluppo dell’economia circolare». Un confronto che il 6 ottobre riunirà nell’incontro in Auditorium dal titolo “Siena: costruiamo un patto per lo sviluppo sostenibile” esponenti di primo piano della green economy, della ricerca e delle istituzioni locali: coordinati dalla direttrice di Rifiuti Oggi Lucia Venturi, si confronteranno infatti  Federica Fratoni, assessore regionale all’Ambiente; Fulvio Mancuso, vice sindaco del Comune di Siena; Alessandro Piazzi, amministratore delegato Estra; Alessandro Canovai, Presidente di Revet; Francesco Frati, Rettore Università di Siena; Antonello Ciotti, presidente di Corepla; Davide Usai, direttore generale della Fondazione Monte dei Paschi; Simone Bastianoni, Università di Siena; Renata Caselli, Regione Toscana. Sempre in questa occasione, Alessandro Fabbrini illustrerà le iniziative di Sienambiente finalizzate alla riduzione di gas climalteranti, alla produzione di energia.

Non mancheranno poi gli eventi per i bambini, con i laboratori ambientali di Legambiente Siena, mentre la domenica sarà dedicata allo sport e alle attività ludiche di sensibilizzazione all’ambiente: la mattina, alle 9,30 partirà il I° Siena Ecorun, una gara podistica di 10 chilometri che attraverserà la città nei suoi luoghi più caratteristici.

In allegato la locandina con i principali appuntamenti

L. A.